Gianpiero Farina
No Comments

Vuillermoz si impone sul Mur de Bretagne. Nibali perde 20″

Il francese si aggiudica l'ottava tappa del Tour de France. Il siciliano dell'Astana è apparso in difficoltà

Vuillermoz si impone sul Mur de Bretagne. Nibali perde 20″
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Vuillermoz si aggiudica l’ottava tappa del Tour de France. Secondo Daniel Martin e terzo  Alejandro Valverde. Si tratta della prima vittoria francese in questa edizione della Grande Boucle. Nibali è apparso in difficoltà e ha perso 10″ da Froome sull’ultima asperità, il Mur de Bretagne.

DUE FUGHE – Corsa caratterizzata da ben due fughe. La prima ha visto come protagonisti Sylvain Chavanel (Iam), Bartosz Huzarski (Bora-Argon 18), Romain Sicard (Europcar) e Pierre-Luc Périchon (Bretagne). La loro azione si è esaurita a 69 km dal traguardo, quando Greipel si è aggiudicato lo sprint al traguardo volante della stazione di Moncountour. Successivamente, è stato il turno dei polacchi Huzarski e Michal Golas (Etixx-Quick Step) e del danese Lars Bak (Lotto Soudal). Il vantaggio dei tre però non va oltre il minuto e vengono ripresi agli otto km dal traguardo.

Segnali preoccupanti oggi per Vincenzo Nibali. Il corridore siciliano dell'Astana ha perso 20" dal vincitore Vuillermoz e 10" dagli uomini di classifica. Ora il suo ritardo da Froome è di 1'48".

Segnali preoccupanti oggi per Vincenzo Nibali. Il corridore siciliano dell’Astana ha perso 20″ dal vincitore Vuillermoz e 10″ dagli uomini di classifica. Ora il suo ritardo da Froome è di 1’48”.

MUR DE BRETAGNE – Sono molti gli scatti sul muro finale. Vuillermoz ci prova subito con Yates e Getschke ma il gruppo, con in testa Froome, chiude. Il primo chilometro è quello più duro con tratti oltre il 10% di pendenza. Ma è a 700 metri dal traguardo che Vuillermoz ci riprova e stavolta riesce nel suo intento facendo il vuoto e arrivando al traguardo in solitaria. Secondo un Daniel Martin che si è mosso troppo tardi nonostante l’ottimo lavoro della sua squadra, la Garmin Cannodale. Alejandro Valverde regola il gruppetto dei migliori allo sprint. Domani sarà il momento della cronosquadre e la classifica generale potrebbe subire una vera e propria scossa.

Gianpiero Farina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *