Connect with us

Ciclismo

Cavendish torna un missile, Kristoff non vince più. Le pagelle

Pubblicato

|

Mark Cavendish, vincitore della settima tappa del Tour

Torna re delle volate il britannico Mark Cavendish, che nella settima tappa del Tour de France 2015 si è imposto sull’arrivo di Fougères davanti a Greipel, Sagan e Degenkolb in una tappa completamente pianeggiante che non ha avuto particolari sussulti. Ecco le pagelle dei protagonisti di giornata.

CAVENDISH 10 – Questa volta il campione dell’Etixx non si fa prendere dalla fretta e aspetta il momento giusto per trovare lo scatto vincente e ritrovare un successo alla Grand Boucle che mancava dal 2013. La squadra lo ha protetto bene, ma negli ultimi 500 metri ha dovuto sapersi muovere da solo. Perfetto e devastante, come sempre.

GREIPEL 9 – Continua il momento di splendida forma per il tedesco della Lotto, costretto a soccombere soltanto alla maggiore potenza di Cavendish. Pilotato perfettamente dai suoi uomini, parte al momento giusto chiudendo ogni varco a Kristoff e venendo superato solo dal più veloce. Un secondo posto che comunque gli permette di consolidare la maglia verde.

SAGAN 8 – Ancora una volta manca la zampata vincente, e il successo sembra essere diventato una maledizione. Lo slovacco paga un arrivo troppo piatto che non permette di fare selezione tra i velocisti, e ancora una volta è costretto a rimandare l’appuntamento con la vittoria. Domani sul Mur de Bretagne una delle ultime occasioni.

DEGENKOLB 7 – Anche lo sprinter della Giant avrebbe preferito una tappa più tortuosa, e contro i veri specialisti è stato costretto ad accontentarsi del quarto posto. Deludente per il fatto che aveva tutta la squadra al suo servizio, ma più di così non poteva fare.

TEKLEHAIMANOT 7 – Riesce a trovare la fuga giusta e a conquistare un altro punticino per consolidare la maglia a pois, obiettivo dichiarato del corridore della MTN. L’eritreo non è al Tour come spettatore, e lo sta dimostrando giorno dopo giorno.

GUARNIERI 7 – Pilota perfettamente il capitano Kristoff fino a circa 300 metri dall’arrivo, poi il norvegese rimane un pochino schiacciato contro le transenne. Il ragazzo dimostra tappa dopo tappa di aver fatto grossi progressi.

DEMARE 6 – Lo sprinter francese della FDJ continua a trovare piazzamenti ma non riesce mai a rendersi pericoloso. Il sesto posto di oggi dietro a grandissimi campioni non è da buttare, ma da qui a Parigi le occasioni per un exploit sono finite.

COQUARD 5 – L’uomo su cui l’Europcar puntava per la prima settimana si fa cogliere in una pessima posizione e termina fuori dalla top 10 in quella che realisticamente era la sua ultima chance.

KRISTOFF 4,5 – La squadra lavora egregiamente per lui, ma quando è il momento di mettere il turbo per lottare per la vittoria sembra privo di energie e viene agevolmente superato da tutti. L’impressione è che sia arrivato scarico all’appuntamento dopo le ottime prestazioni di questa primavera.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending