Connect with us

Focus

Roma, dilemma amletico: meglio Dzeko o Mitrovic?

Pubblicato

|

Edin Dzeko, obiettivo della Roma

Un bomber arriverà. Perchè Totti avrà 39 anni a Settembre, perchè Destro e Doumbia non hanno convinto. La Roma deve soltanto scegliere il profilo giusto per guidare un attacco apparso, lo scorso anno, piuttosto sterile. La rosa dei nomi, per una serie di motivi, si è ristretta a due. Edin Dzeko, 29enne centravanti del Manchester City, e Aleksandar Mitrovic, giovane stella dell’Anderlecht. Qual è la scelta giusta?

PERCHE’ SCEGLIERE DZEKO – Edin Dzeko è, rispetto al serbo, molto più esperto, e sicuramente a suo agio in un top team. Con il Wolfsburg, e, sebbene in misura minore, con il Manchester City, ha dimostrato di vedere la porta come pochi altri attaccanti al mondo. L’ultima stagione lo ha visto un po’ ai margini nei Citizens, e quindi subentra anche la voglia di dimostrare di essere ancora un top nel suo ruolo. Inoltre, il bosniaco sa anche lavorare per la squadra, e questo è un aspetto che a Garcia piace molto. Il prezzo, per un giocatore del suo livello, è assolutamente onesto.

Aleksandar Mitrovic, 25 reti nella scorsa stagione

Aleksandar Mitrovic, 25 reti nella scorsa stagione

PERCHE’ SCEGLIERE MITROVIC – Aleksandar Mitrovic ha, dalla sua, l’età (21 anni a Settembre). Il suo potenziale è ancora inespresso in larghissima parte, e, stando ai numeri delle ultime due stagioni (34 reti in 66 partite nel campionato belga), sembra siamo difronte ad una stella di prima grandezza. Ovviamente, con i giovani occorre sempre andare cauti, però, se approdasse effettivamente alla corte di Garcia, la Roma potrebbe ritrovarsi un bomber implacabile in area di rigore, meno mobile di Dzeko ma con maggiore killer instinct, e, soprattutto, una plusvalenza futura da capogiro.

DILEMMA BALCANICO – Per non correre rischi, visto che la Roma di giovani ne ha presi a valanga durante la gestione Sabatini, forse sarebbe più opportuno optare per Dzeko. In Italia, un giocatore del suo livello può rimanere al top per 3/4 anni, e magari aiutare la squadra a conquistare il tanto agognato trofeo. Mitrovic, tuttavia, oltre a costare di meno in termini di cartellino e ingaggio, come detto può rappresentare una risorsa anche in termini di cessione futura. Sul serbo pare ci sia la forte concorrenza del Newcastle. Sabatini deve scegliere in fretta.

Matteo Masum

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending