Gianpiero Farina
No Comments

Stybar s’impone a Le Havre. Caduta per Martin e Nibali

Il ceco dell'Etixx Quick Step beffa tutti con un azione da finisseur. Rischio frattura della clavicola per la maglia gialla

Stybar s’impone a Le Havre. Caduta per Martin e Nibali
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Stybar, corridore ceco dell’Etixx Quick Step, s’impone a Le Havre con un azione da vero finissseur aggiudicandosi così la sesta tappa di questo Tour de France. Caduta, nell’ultimo chilometro, per Tony Martin e Vincenzo Nibali, con la maglia gialla che pare aver avuto la peggio. Il tedesco ha tagliato il traguardo sorretto dai compagni di squadra e con la mano poggiata sul petto, chiaro segnale della sofferenza patita. Si teme una frattura della clavicola. Nessun problema invece per il siciliano dell’Astana, che ha tagliato il traguardo in piedi sui pedali. I distacchi in classifica generale rimangono immutati per la neutralizzazione prevista negli ultimi tre km.

LA FUGA DI GIORNATA – Durante la tappa odierna sono stati tre i corridori in fuga: : Perrig Quémeneur (Europcar), Kenneth Van Bilsen (Cofidis) e Daniel Teklehaimanot (MTN-Qhubeka). Quest’ultimo, originario dell’Eritrea, ha conquistato tutti e tre i GPM  diventando così la nuova maglia a pois. I fuggitivi hanno avuto un vantaggio massimo di 12 minuti. Ai12 km dal traguardo, Van Bilsen ha provato l’azione solitaria ma, a tre chilometri dall’arrivo, il gruppo si è ricompattato definitivamente dopo che, poco prima, erano stati già ripresi gli altri due attaccanti di giornata.

Dopo Greipel, Stybar: ancora una volta un secondo posto che sa di beffa per Peter Sagan.

Dopo Greipel, Stybar: ancora una volta un secondo posto che sa di beffa per Peter Sagan.

PENDENZA DEL 7% – L’ultimo chilometro e mezzo prevede un salita con pendenza del 7%. Degenkolb, Sagan e Cavendish approcciano gli ultimi 1000 metri nelle prime posizioni. Ma la caduta complica un po’ i piani e ad approfittarne, con un’azione negli ultimi 500 metri, è Zdenek Stybar. Nessuno riesce a riportarsi su di lui e il ceco trionfa sul traguardo di Le Havre Altro secondo posto, dopo quello nella tappa di ieri, per Peter Sagan, che batte in volata Coqard e Degenkolb. Ottavo posto per Cimolai, ancora una volta primo degli italiani.

Gianpiero Farina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *