Redazione

F1, GP Ungheria: riecco la McLaren, primo tempo per Hamilton

F1, GP Ungheria: riecco la McLaren, primo tempo per Hamilton
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

BUDAPEST, 27 LUGLIO 2012 – E’ cominciato oggi il weekend del GP di Ungheria sull’angusto circuito dell’Hungaroring, ultima gara del mondiale di F1 prima della sosta estiva. E a lasciare il segno sulle prove libere è Lewis Hamilton, che ottiene le migliori prestazioni sia nella mattinata che nel pomeriggio (sessione diventata bagnata dopo circa mezz’ora). Ottime indicazioni dalla McLaren, si conferma ancora la Ferrari con Alonso, mentre invece restano nascoste le RedBull.

PRIMA SESSIONE – Come ad Hockenheim, su pista asciutta la McLaren conferma di aver ritrovato la competitività persa per strada nelle gare precedenti. Miglior crono di Hamilton (1:22.821 il suo tempo), seguito ad un decimo da Button, mentre leggermente più staccato (a mezzo secondo) c’è Alonso, che conferma il trend positivo della sua Ferrari in questa fase di campionato. Seguono poi le Mercedes di Rosberg e Schumacher, tra di loro la Lotus di Grosjean. Massa è 7° (1 secondo di ritardo), dopo di lui Raikkonen e Bottas, collaudatore Williams sempre in bella mostra nelle libere. RedBull molto indietro (13° Webber e 15° Vettel, a 1.7 secondi dal leader), presumibilmente per motivi strategici. Tempi ottenuti tutti con gomme dure.

SECONDA SESSIONE – Ancora una volta la pioggia segue il circus della F1 quest’anno. Cade molto copiosa nella seconda metà della sessione e a farne le spese è sempre Michael Schumacher che, come ad Hockenheim, scende in pista con intermedie e valuta male una frenata. Il risultato è un incidente che lo costringe a star fermo per tutta la sessione, ala anteriore rotta e 10° tempo finale. Il miglior tempo, prima dell’arrivo dell’acqua, è di Hamilton con 1:21.995 , che addirittura scende dalla sua vettura molto prima della fine della sessione e su Twitter scrive “Out of the car, track is dry in some places but wet in others. No need to waste tyres” e cioè “fuori dalla vettura, non è necessario consumare le gomme perchè il tracciato è asciutto in alcuni punti mentre bagnato in altri”. A seguire, staccati di due decimi, Raikkonen e il sorprendente Senna. Dopo di loro le due Ferrari di Massa e Alonso. Button chiude 6°, Vettel risale 8° a otto decimi, mentre il suo compagno di squadra Webber rimane immischiato nel gruppone (14° a 1.8 secondi dal leader).

GLI APPUNTAMENTI DI DOMANI – Terza sessione di libere alle ore 11, alle 14 le qualifiche. Non dovrebbe piovere, ma le previsioni per domani (e per domenica) sono molto variabili.

Leo Mastromauro

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *