Connect with us

Prima Pagina

Lazio ma dove vai se il mercato non lo fai?

Pubblicato

|

Lazio non mercato.
Dopo tanti nomi e tanto vociare, entrati nel vivo del mercato, la Lazio di Claudio Lotito non ha ancora tirato fuori nessun coniglio dal cilindro. La dirigenza ha forse dimenticato il prossimo preliminare di Champions League che attende a breve i ragazzi di Stefano Pioli? Si crede forse che questo sia un mero punto di arrivo e non di partenza?
LAZIO DOVE VAI SE IL MERCATO NON LO FAI? Il club capitolino sembra andare, bontà del sorteggio permettendo, avanti con mille parole e mille promesse. Ha sì creato una discreta squadra da campionato, ma questo non basta in vista di impegni prestigiosi e per una competizione come la Champions League, dalla quale i capitolini sono assenti dalla stagione 2007/2008. C’è nell’aria un po’ di pessimismo ed i motivi che spingono a questa visione per nulla rosea sono parecchi. In primissimo luogo ciò che si sta attualmente verificando: nessun mercato! La filosofia della parsimonia, perpetrata da anni, ha spinto fin ora a non cercare grandi giocatori considerati troppo cari per le tasche del club di Claudio Lotito. Un mercato incentrato solamente sugli esuberi, senza concludere trattative per portare qualcuno a Formello. Quel qualcuno che sarebbe utile, anzi fondamentale, per un rinforzo decisivo della rosa. E’ inconcepibile aspettare il risultato del preliminare e poi procedere a conti fatti. Mentre gli altri club stanno già rinforzando il proprio organico, la Lazio rimane alle promesse e guarda da lontano. Questo non-mercato rischia di portare la squadra ad affrontare i tanti impegni che l’aspettano senza sostituti validi per tamponare l’eventuale assenza di uno dei titolari. Da Federico Marchetti a Miro Klose, passando per il centrocampo. Dio non voglia che qualcuno di loro abbia anche un solo raffreddore! E questo è stato dimostrato in campionato con, ad esempio, Stefan De Vrij, la cui assenza portò alla perdita di qualche punto. Con i giocatori ancora non provati dalla fatica, forse il preliminare lo si può strappare. Ma, ad ora, sono sin troppe le mancanze da colmare: un centravanti, una mezz’ala, un valido secondo portiere, insomma investimenti a cui la società avrebbe dovuto già pensare. Forse arrendevole?  O forse troppo arrogante? Fatto sta che, probabilmente in casa Lazio, si spera di raggiungere traguardi importanti senza mettere praticamente mano al portafoglio. O forse ci si accontenta di un semplice, per quanto strameritato, terzo posto? Un mese circa per smentire questa tesi. Lotito e Tare, a voi!
Cristy Marinari

 

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending