Connect with us

Ciclismo

Greipel si prende la tappa, Cancellara la maglia. Nibali e Quintana perdono 1’27”

Pubblicato

|

Greipel Tour de France.

E’ Andre Greipel , tedesco della Lotto Soudal, ad aggiudicarsi la seconda tappa, la prima in linea dopo il cronoprologo di ieri, del Tour de France 2015. Secondo Sagan, terzo Cancellara che prende la maglia gialla. Corsa dominata dalla pioggia e dal vento che hanno causato la suddivisione del gruppo in tronconi. A farne le spese sono stati Nibali e Quintana che hanno perso 1’27” da Contador e Froome.

PRIMA FUGA – Poco dopo il via, ecco la prima fuga di questa Grand Boucle. Ad andare all’attacco sono  Perrig Quemeneur (Europcar), Jan Barta (Bora), Stef Clement (Iam) e Armindo Fonseca (Bretagne-Séché). I quattro fuggitivi toccano anche un vantaggio di 2’29”. A 73 km dal traguardo Quemeneur si stacca e i tre ex compagni di avventura hanno solo 57″ di vantaggio sul gruppo. Ma, a 62 km dal traguardo, ecco che avviene il ricongiungimento. La pioggia cade battente, il vento è intenso e la temperatura è crollata sotto i 20 gradi.

NIBALI E QUINTANA DIETRO – La carovana gialla, causa anche alcune cadute, tra cui quella di Adam Hansen, si divide prima in due e poi in tre tronconi:  primo gruppo con Contador e Froome, secondo gruppo con Nibali e Dennis, la maglia gialla, terzo gruppo con Quintana e Peraud. Il corridore siciliano dell’Astana si trova senza alcun compagno di squadra e cerca di muoversi in prima persona per ricucire lo strappo ma, non trovando alcuna collaborazione, non riesce nell’intento. A 34 km dal traguardo, secondo e terzo troncone si ricongiungono. Ma per Vincenzo Nibali non è proprio giornata e fora all’anteriore riuscendo comunque, grazie alla scia delle ammiraglie, a rientrare. Intanto davanti a lavorare, più che le squadre di Contador e Froome, sono quelle di Greipel e Cavendish, i quali dovrebbero giocarsi il successo di tappa. Il vantaggio sugli inseguitori continua a salire e arriva sino ad 1’27”. A giocarsi la tappa sono una ventina di corridori. Greipel batte di un nulla Peter Sagan mentre delude Mark Cavendish che parte troppo presto e chiude quarto dietro un Fabian Cancellara che si veste di giallo. Daniel Oss, quinto, è il primo degli italiani.

Gianpiero Farina

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending