Connect with us

Ciclismo

Tour de France: capolavoro Dennis, Nibali c’è. Le pagelle

Pubblicato

|

Va a Rohan Dennis la prima maglia gialla del Tour de France 2015

Solo 13,8 km, ma la cronometro di Utrecht, prima tappa del Tour de France, ha dato comunque delle indicazioni, seppur parziali, importanti. Soprattutto, semmai ce ne fosse stato bisogno (e ce n’era), ha sancito che Vincenzo Nibali è in forma e può dire la sua anche in questa Grande Boucle. La frazione odierna è stata vinta da Rohan Dennis, australiano della BMC. Ecco le pagelle.

Rohan Dennis 10- Probabilmente è quello che oggi ha sudato più di tutti, non solo in sella alla sua bici, ma soprattutto seduto in postazione, in un’attesa, immaginiamo, carica di tensione. Alla fine gli specialisti sono dietro, anche se di poco, mentre i Big non lo impensieriscono minimamente. E la prima maglia gialla va a lui. Insieme al massimo dei voti.

Thibaut Pinot 8- Non è la “sua”prova, però, rispetto ai quattro grandi di questo Tour de France, mette a segno un tempone, migliore di 2” rispetto a quello di Nibali. Un bel segnale, da parte di uno che non vuole svolgere un ruolo da comprimario.

Vincenzo Nibali 7- Fin qui non è stata una stagione spettacolare, a parte la vittoria del titolo italiano. Oggi si presenta con il numero 1 dietro la schiena, e rifila secondi agli altri tre tenori. Siamo all’inizio, certo, ma la strada sembra essere quella giusta.

L'altimetria della cronometro di Utrecht, prima tappa del Tour 2015

L’altimetria della cronometro di Utrecht, prima tappa del Tour 2015

Chris Froome 5- Il migliore, sulla carta, tra i quattro favoriti, il leader del Team Sky non brilla particolarmente, beccando 7″ da Nibali e ben 51″ dal vincitore di giornata. Poteva fare meglio, ma la condizione gli consentirà di essere protagonista nelle prossime tappe.

Alberto Contador 5- Lui è la grande incognita di questo Tour de France. Se è in forma, può essere invincibile, ma il Giro d’Italia potrebbe pesare. Oggi delude, e paga un distacco di 15″ da Nibali. In una competizione così serrata, potrebbero non essere irrilevanti.

Tejay Van Garderen 4- Arriva con i gradi di outsider di lusso dopo l’ottima performance al Delfinato, va meglio di Nibali e soci ma non brilla in una prova che avrebbe dovuto favorirlo. Ovviamente ha ancora tutto il tempo per sorprenderci.

Matteo Masum

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending