Connect with us

Focus

I 3 motivi per cui Mihajlovic è l’uomo giusto per il Milan

Pubblicato

|

Mihajlovic, allenatore del Milan

Il mercato del Milan, finalmente, ha preso il decollo: in pochi giorni, il DS Galliani ha arruolato nelle fila del club rossonero, con dei colpi a sorpresa, calciatori di caratura mondiale come Carlos Bacca e Luiz Adriano (anche se rimane qualche dubbio sulla filosofia adottata dalla dirigenza rossonera). Il vero e proprio affare, però, risponde al nome di Sinisa Mihajlovic: il tecnico, la scorsa stagione sulla panchina della Sampdoria, è l’uomo giusto per guidare il nuovo Milan targato Berlusconi-Mr.Bee. Ecco perché:

MENTALITÀ – Uno dei problemi principali della squadra guidata da Pippo Inzaghi era quello della mancanza di cattiveria in campo. Difficile che l’anno prossimo si ripeta una situazione del genere: il serbo è famoso per il suo pugno duro, ampliamente dimostrato nelle sue passate esperienze in panchina, e pretende che i suoi giocatori diano il tutto per tutto fino all’ultimo istante del match. Tutto quello che, insomma, coincide con una mentalità vincente.

Gabbiadini, uno dei giocatori definitivamente esplosi grazie a Mihajlovic

Gabbiadini, uno dei giocatori definitivamente esplosi grazie a Mihajlovic

ALL’ATTACCO – Che il presidente Berlusconi abbia sempre prediletto uno stile di gioco offensivo non è certo un mistero e la scelta dell’allenatore calza a pennello: Mihajlovic è un esperto del settore avanzato, basti vedere i miracoli compiuti l’anno scorso con gli attaccanti della Sampdoria, in primis con Gabbiadini, esploso definitivamente prima del passaggio a Napoli, e poi con Eder, miglior marcatore della rosa e premiato con la convocazione nella nazionale italiana di Antonio Conte.

PIANIFICAZIONE – Ultimo motivo, ma non per questo meno importante, la progettualità: l’allenatore serbo ha le idee chiare in merito al Milan del futuro e non ha paura di esporle alla dirigenza rossonera che, finalmente, recepisce e provvede. Il suo obiettivo di creare un gruppo eterogeneo, con un mix di giovani promettenti e giocatori affermati, sembra essere pienamente condiviso dalla società che, dopo anni di buio pesto, finalmente intraprende un calciomercato con una logica ben precisa.

Andrea Siino
@Siino1304

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending