Sanda Urda
No Comments

MotoGP Assen, prima pole stagionale per Rossi, ed è record

Il dottore sale in cattedra nell'Università della Moto e comincia la lezione con il suo 1'32 che abbatte il record

MotoGP Assen, prima pole stagionale per Rossi, ed è record
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
MotoGP 2015 foto: Alessandro Giberti

MotoGP 2015
NELLA FOTO: Valentino Rossi

Anche il venerdì dedicato alla qualifica è stato benedetto dal meteo permettendo a team e piloti di brillare sul tracciato olandese. Quest’anno sarà l’ultima gara di sabato sul Dutch TT di Assen, visto l’accordo per il 2016 che prevede il normale seguito del weekend motociclistico (le gare alla domenica). Dopo un ultima sessione di prove libere, FP4 che ha permesso gli ultimi accorgimenti e rifiniture, tutti pronti per la qualifica.

RACCONTO DELLA Q1– Partecipano i piloti dal undicesimo in poi nella classifica della FP3 che si giocano le prime due posizioni per passare in Q2, dove si gioca la pole insieme ai primi 10. Il migliore in questa sessione è Aleix Espargarò (Suzuki Ecstar) seguito da vicino dal nostro ternano, Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing) a soli 123 millesimi. Sono loro gli eroi che si aggiungono ai 10 nella seconda sessione di qualifica.

RACCONTO DELLA Q2– Bollente come sempre la qualifica della MotoGP, sopratutto negli ultimi minuti, quando tutti i 12 piloti hanno usato la gomma di qualifica e il serbatoio quasi vuoto. Per la prima volta in questa stagione, la legenda Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) si prende la pole position con un tempone che abbatte il record di Casey Stoner. Era quasi prevedibile questo traguardo per il pesarese visto l’ottimo passo trovato da subito ad Assen. Il team-mate, Jorge Lorenzo, è solo ottavo e con un ritardo di quasi mezzo secondo. Continua il successo Suzuki con Aleix Espargarò che ottiene il secondo miglior tempo della sessione ed è stato il primo pilota a scendere sotto il muro del 1’33. Chiude la prima fila di domani, Marc Marquez (Repsol Honda Team) che sembra aver curato la sua RC213V usando il telaio dell’anno scorso. Mista anche la seconda fila con la Honda di Dani Pedrosa, la Yamaha satellite di Pole Espargarò che precedono la prima delle #Ducati, quella di Andrea Iannone. Il pilota di Vasto trova un miglior feeling con la Desmosedici GP15 su questo tracciato, mentre il compagno omonimo, Dovizioso, chiude la top ten, ma il suo gap non supera mezzo secondo. In terza fila, con Jorge al centro, troviamo anche Cal Crutchlow (CWM LCR Honda) settimo, mentre in nona posizione c’è l’altra Suzuki Ecstar, quella del rookie Maverick Vinales.

CLASSIFICA TEMPI Q2:

1 Valentino ROSSI Movistar Yamaha MotoGP 1’32.627 2 Aleix ESPARGARO Team SUZUKI ECSTAR 1’32.858 3 Marc MARQUEZ Repsol Honda Team 1’32.886 4 Dani PEDROSA Repsol Honda Team 1’32.987 5 Pol ESPARGARO Monster Yamaha Tech 3 1’33.013 6 Andrea IANNONE Ducati Team 1’33.016 7 Cal CRUTCHLOW CWM LCR Honda 1’33.028 8 Jorge LORENZO Movistar Yamaha MotoGP 1’33.042 9 Maverick VIÑALES Team SUZUKI ECSTAR 1’33.076 10 Andrea DOVIZIOSO Ducati Team 1’33.112 11 Danilo PETRUCCI Octo Pramac Racing 1’33.126 12 Bradley SMITH Monster Yamaha Tech 3 1’33.236

La classe regina torna in pista domani per la gara del Motul TT Assen, che entra nella storia come ultima gara svolta di sabato, e se consideriamo i gap dei primi 12, sarà guerra fredda (i primi 11 compresi in mezzo secondo).

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *