Gianpiero Farina
No Comments

Sassari-Reggio non è per deboli di cuore. E ora si va alla bella

La squadra di Sacchetti vince gara 6 115-108 dopo tre supplementari e impatta sul 3-3

Sassari-Reggio non è per deboli di cuore. E ora si va alla bella
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Non è ancora finita. Anzi oggi non voleva proprio finire. Dopo ben tre supplementari, Sassari batte Reggio Emilia 115-108, si aggiudica gara 6 e impatta la serie sul 3-3. Venerdì al PalaBigi la bella che vale lo scudetto.

NON SI PUO’ SBAGLIARE – La Dinamo ha la grinta della squadra che sa che non può permettersi di sbagliare e parte forte grazie a Lawal e a Dyson che, mettendo a segno 8 punti, è il principale artefice del 24-20 con cui si chiude il primo quarto. Ad inizio secondo periodo. è ancora Sassari ad andare forte e, grazie ad un gioco da tre punti di Brooks, arriva il +7. Ma Reggio Emilia si risveglia grazie alle triple di Della Valle e Polonara e il primo tempo si chiude sul 43-43.

CINCIARINI SBAGLIA – Nel terzo quarto si scatena Kaukenas che, con i suoi dieci punti, porta la Grissin Bon avanti (63-64). Sassari ha, come in gara 5, grandissime difficoltà nel tiro da tre. Nell’ultimo parziale Lawal è di nuovo mostruoso sia a rimbalzo che nelle realizzazioni. Gli ospiti però rimangono aggrappati alla partita grazie a Cinciarini, Silins e al solito Della Valle. Dyson da una parte e Polonara dall’altra fissano il punteggio sul 78-78. Cinciarini ha la palla che vale lo scudetto ma il suo tiro va sul ferro.

SUPER DYSON – Nel primo overtime è ancora Della Valle con due triple consecutive a portare avanti Reggio Emilia. Polonara e Kaukenas siglano il +5 e sembra finita. Ma ecco che una tripla di Logan e un’altra grande giocata di Dyson valgono il 90-90. E’ ancora Cinciarini ad avere il pallone della vittoria ma, per la seconda volta consecutiva, sbaglia. Nel secondo tempo supplementare è Sassari a portarsi sul +5 grazie a Logan ma gli italiani salvano la Grissin Bon. E allora, quando l’equilibrio sembra indistruttibile, ecco che, nel terzo overtime, Dyson realizza 8 punti con due triple da distanza siderale. Il gap si fa irraggiungibile per la squadra di Menetti.  Finisce 115-108. Appuntamento a venerdì al PalaBigi per gara 7. Con una sola certezza: questa serie avrà il suo vincitore. E lo scudetto il suo nuovo padrone.

DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI-GRISSIN BON REGGIO EMILIA 115-108 d3ts
(24-20, 43-43, 63-64, 78-78; 90-90; 98-98)
Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Dyson 26, Logan 22, Sanders 17, Kadji 6, Lawal 25; Sosa 6, Formenti 0, Devecchi 0, Chessa ne, Sacchetti ne, Vanuzzo ne, Brooks 11. Allenatore: Sacchetti
Grissin Bon Reggio Emilia: Cinciarini 12, Kaukenas 20, Silins 7, Polonara 10, Chikoko 4; Della Valle 23, Pini 8, Cervi 12, Silins 4, Diener 6, Stefanini 0, Rovatti 2, Pechachek 2. Allenatore: Menetti.

Gianpiero Farina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *