Davide Terraneo
No Comments

Inter, 5 motivi per prendere Salah

L'egiziano di proprietà del Chelsea è nel mirino dei nerazzurri: ecco perché sarebbe utile al progetto della banda Mancini

Inter, 5 motivi per prendere Salah
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Strappato Kondogbia nel primo derby estivo di mercato, l’interesse dell’Inter di Mancini si sta spostando su Mohamed Salah, ala di proprietà del Chelsea in prestito alla Fiorentina. L’egiziano è in cima alla lista dei desideri dei nerazzurri, e potrebbe davvero essere utile per cercare di rilanciare le ambizioni di Icardi e compagni. Vediamo perché sarebbe corretto tentare di acquistare il classe ’92.

Mohamed Salah ai tempi del Chelsea, squadra che possiede il suo cartellino

Mohamed Salah ai tempi del Chelsea, squadra che possiede il suo cartellino

NUMERI – 6 gol e 3 assist in 16 partite di Serie A, una media realizzativa da far invidia a molti attaccanti del nostro campionato. E’ segnando una rete ogni 152′ che Salah si è presentato alla realtà italiana, cacciando ogni dubbio connesso al suo arrivo per provare a rimpiazzare Cuadrado. Decisivo anche allo Juventus Stadium in Coppa Italia, l’egiziano ha dimostrato di non avere timore reverenziale nei confronti delle grandi squadre e di poter essere decisivo anche nelle partite che contano.

ETA’ – A 23 anni Salah è ancora tanto giovane da poter rendere ad alto livello per almeno altri otto anni, e con Shaqiri farebbe una coppia di ali temibile per molte stagioni. Difficile trovare in circolazione un giocatore con un simile rendimento in grado di fare così bene al suo debutto in Serie A, e la possibilità di vederlo crescere con la maglia nerazzurra fa sognare i tifosi.

PREZZO – La richiesta del Chelsea non dovrebbe essere eccessivamente alta, essendo fissato a 16 milioni il riscatto dal prestito della Fiorentina. Difficilmente i blues rifiuterebbero un’offerta intorno ai 17 milioni, consapevole di poter cedere l’egiziano ai viola ad un prezzo minore. Il rapporto qualità/prezzo è più che ragionevole, soprattutto considerando il buon rapporto che inevitabilmente corre tra l’Inter e l’ex tecnico Josè Mourinho.

TATTICA – Utilizzabile sia come ala nel 4-3-3 sia come seconda punta nel 4-3-1-2, Salah potrebbe essere una pedina fondamentale per Mancini nel nuovo scacchiere nerazzurro. La sua duttilità può permettere allo jesino di sperimentare moduli diversi senza acquistare due differenti giocatori, ponendo l’egiziano al centro del progetto per le prossime stagioni.

CONCORRENZA – Infine pare che la concorrenza da battere sia quella della Juventus, e l’idea di fare uno sgarbo alla società bianconera vice campione d’Europa può stuzzicare una nuova lotta sul mercato. Se dopo aver soffiato Kondogbia al Milan l’Inter riuscisse a strappare ai piemontesi Salah i primi scontri diretti della stagione sarebbero vinti. Certo, si tratta solo di mercato e i risultati sul campo sono tutt’altra cosa. Ma la soddisfazione di superare Galliani e Marotta su due obiettivi importanti potrebbe limare almeno in parte la stagione deludente. Per il momento in casa Inter bisogna accontentarsi di questo.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *