Antonio Foccillo
No Comments

Juventus, le cessioni di Tevez e Llorente per riaccendere il mercato

Il mercato dei bianconeri potrebbe non riservare ulteriori botti. Per fare acquisti servirà inevitabilmente operare delle cessioni. Oltre Tevez si prova a piazzare Llorente.

Juventus, le cessioni di Tevez e Llorente per riaccendere il mercato
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Oscar, sogno proibito di Allegri

Oscar, sogno proibito di Allegri

Juventus in fase di riflessione sul mercato. Dopo gli acquisti di Dybala, Khedira, Berardi e Zaza, i bianconeri attendono di risolvere la situazione legata a Tevez, ma le casse non sembrano poter regalare ai tifosi il tanto atteso top player senza cessioni.

LA SITUAZIONE – Nonostante i tanti nomi delle ultime settimane, appare chiaro come il tesoretto conquistato con la grande stagione appena terminata sia stato in buona parte investito per gli acquisti di Dybala (32 mln più bonus) e per il duo del Sassuolo Zaza-Berardi (30 complessivi ma ancora da definire nei dettagli e nei tempi). Dei 100 mln guadagnati ben 60 sarebbero quindi andati già via. Non a tutti però è chiaro che tali introiti non sarebbero stati interamente destinati al mercato. Ecco quindi che senza cessioni eccellenti il mercato della Juventus potrebbe davvero chiudersi con l’arrivo di un sostituto di Tevez . Il nome più caldo è quello di Mandzukic, per il quale ci sarà un investimento totale di circa 40 mln di euro: quadriennale da 3,5 netti a stagione più 15 mln di cartellino, ma i sogni dei tifosi rispondono ai nomi di Higuain e Cavani, per i quali 40 mln non sono nemmeno sufficienti per l’acquisizione del cartellino.

IPOTESI TESORETTO DALLE CESSIONI DI TEVEZ E LLORENTE – Molto quindi ruoterà intorno alle cessioni. Se oltre a Tevez dovesse partire anche Llorente e soprattutto Paul Pogba, le strategie potrebbe cambiare radicalmente. Dato che sulla stella francese sembra esserci un veto concentriamoci su un’eventuale cessione del basco, il quale guadagna 4,5 mln netti a stagione fino al 2017. Si risparmierebbero già solo sull’ingaggio 18 mln di euro, che uniti ai 10 lordi di Tevez permetterebbero di accumulare un tesoretto di 28 mln di euro. A questi andrebbero aggiunti i cartellini dei due attaccanti. Se su Tevez sembrano esserci idee poco chiare su come avverrà il suo passaggio al Boca ( gratis, indennizzo di 4-5 mln o scambio con Colazo) per Llorente si è pronti ad accettare offerte dagli 8-9 mln in su, garantendo un budget di circa 35 mln arrotondando per difetto. Il problema sembra però trovare l’acquirente per lo spagnolo che ha rifiutato il Monaco. E’ chiaro che l’arrivo di Mandzukic potrebbe in qualche modo indurre Marotta ad un ulteriore sconto sulla cessione dell’ex Bilbao, dato che le caratteristiche dei due sono molto simili e soprattutto perchè in rosa resterà sicuramente Simone Zaza.

POCHI MARGINI DI MANOVRA E IL SOGNO OSCAR – Per ora non sembra quindi esserci molto possibilità di manovra. E’ chiaro che stiamo facendo conti appena a metà giugno a mercato ancora non iniziato ufficialmente, ma le indicazioni sembrano essere queste, almeno per ora. Sembra certamente difficile che la Juventus, dopo la cessione di Tevez, non regali al suo tecnico e alla tifoseria un giocatore di spessore e di livello internazionale per sopperire alla partenza del numero dieci. Se Allegri sembra comunque soddisfatto del suo reparto avanzato, anche con l’arrivo di Mandzukic, le attenzioni sono tutte rivolte al trequartista. Il pallino del tecnico livornese è, per sua stessa ammissione, Oscar del Chelsea. Il brasiliano ha però una valutazione elevata, non inferiore ai 35-40 mln, cifra racimolabile con le cessioni sopra citate. Per Josè Mourinho non sembra esserci opposizione ad un eventuale partenza, ma se si intavolerà una trattativa probabilmente questa avverrà molto più avanti. Certo è che un giocatore come il numero 8 dei Blues accenderebbe non poco le fantasie dei tifosi, formando un tridente giovanissimo con Dybala e Morata che potrebbe far presto dimenticare la partenza dell’Apache.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *