Simone Viscardi
No Comments

Finals Nba: LeBron ne fa 40, Cleveland va sul 2-1

Uno strepitoso LeBron James conduce i Cavs al successo in Gara-3. Gli Warriors si svegliano tardissimo, ma sfiorano l'incredibile rimonta

Finals Nba: LeBron ne fa 40, Cleveland va sul 2-1
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ancora lui, sempre lui, infinitamente lui. LeBron James piazza 40 punti in gara-3 delle Finals Nba, e i Golden State Warriors devono arrendersi per la seconda volta alla furia cieca del Prescelto. Curry il magnifico viene limitato da un Dellavedova in formato supereroe, ma sono tutti gli uomini di Kerra dare preoccupanti segnali di paura nei confronti di un uomo capace di tenere una serie di finale tutta nelle sue mani.

CLEVELAND CAVALIERS – GOLDEN STATE WARRIORS 96-91

Steph Curry, in versione diesel nella sconfitta di Golden State.

Steph Curry, in versione diesel nella sconfitta di Golden State.

La tensione gioca qualche scherzetto in avvio ai californiani, troppo precipitosi alla tiro e incapaci di far correre la difesa di Cleveland, cercando di sfruttare la propria maggiore profondità in panchina. James inizia il suo show, mentre Curry ci mette parecchio a carburare. Nella mischia vola anche qualche contatto al limite, e a farne le spese è Shumpert, per la gioia di un Blatt sempre più in difficoltà. Gli ospiti faticano a prendere confidenza col tiro dall’arco, ma le riserve – Iguodala in testa – riescono a non far scappare del tutto i Cavs. Solo 37 punti per GS all’intervallo lungo (record negativo stagionale), a fronte dei 44 di Cleveland. LeBron e soci toccano il +20 a metà terzo quarto, prima dell’improvviso risveglio Warriors. Parziale di 8-0 che rimette in carreggiata Kerr, grazie anche ad uno splendido David Lee. Curry assottiglia ulteriormente la differenza, ma è ancora Dellavedova a scacciare le paure. Nei secondi finali LeBron mette dai liberi il cuscinetto decisivo, e Cleveland adesso ci può legittimamente credere. Non sarà facile continuare così, ma con un James in questo stato tutto è possibile.

Cavs: James 40, Dellavedova 20, Smith e Thompson 10.
Warriors:
Curry 27, Iguodala 15, Thompson 14.

PAGELLE

Tra i Cavs impossibile non dare il massimo (10 e lode) a LeBron James. Raramente si è vista una presenza così massiccia all’interno di una squadra, aleggia sugli avversari anche quando è fuori dal gioco. Avversari che devono far fronte anche a un inaspettato Dellavedova (8). Dalla serie, “Irving chi?”. Curry (6,5) si sveglia tardi, ma poi è protagonista insieme a Iguodala (7) nella rimonta che rimette in partita Golden State. Menzione speciale per David Lee (7), protagonista inaspettato e con altre 2 gare (almeno) per farsi vedere.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *