Roberto Cusimano
No Comments

Bologna in Serie A, ma che fatica!

Il Bologna soffre per tutti i Playoff, ma riesce nell'impresa di tornare in Serie A. Merito di Sansone, e di una traversa molto fortunata

Bologna in Serie A, ma che fatica!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo un’estenuante stagione, che ha visto anche squadre giocare più di quarantacinque gare, ieri sera è uscito il nome della terza promossa nel massimo campionato. Tra le pretendenti, era di sicuro quella maggiormente accreditata per risalire in A dopo un anno di Purgatorio, eppure ha faticato e non poco per centrare l’obiettivo. Classificatosi addirittura al quarto posto al termine della stagione regolare, il Bologna di Delio Rossi ha ottenuto la promozione avendo la meglio sulle rivali Avellino e Pescara nonostante abbia ottenuto una vittoria, due pareggi e una sconfitta tra semifinali e finali. Non si può dire che l’obiettivo sia stato raggiunto con pieno merito, i rossoblu hanno sofferto sia nella semifinale che nella finale e se Castaldo (Avellino) e Melchiorri (Pescara) avessero segnato – rispettivamente al 94′ e 91′ – invece che prendere la traversa a quest’ora saremmo qui a raccontare tutt’altra cosa.

Gianluca Sansone, le sue due reti nei play off sono state decisive

Gianluca Sansone, le sue due reti nei play off sono state decisive

Il vero trascinatore della squadra emiliana è stato Gianluca Sansone, autore sia della rete decisiva al “Partenio” che della rete del provvisorio 1-0 nella gara di ieri sera, oltre a ottime prestazioni individuali in tutte le gare che ha disputato. Per il resto ci siamo trovati di fronte una squadra composta da buone individualità ma che non a caso durante la stagione non era riuscita ad esprimersi al meglio soprattutto al “Dall’Ara”. Il sospirone di sollievo del Presidente Tacopina al fischio finale della gara di ieri sera è probabilmente l’emblema dell’immensa fatica fatta per arrivare a questo gran traguardo. Certo, alla fine come è arrivato poco importa, la cosa che conta è che il prossimo anno oltre alle due sorprese Carpi e Frosinone, la Serie A riabbraccerà una piazza importante come quella bolognese. Quest’anno abbiamo assistito anche a due grandi campionati da parte di Perugia e Vicenza, vere sorprese del torneo cadetto, altre squadre invece favorite ad inizio stagione per una pronta risalita hanno dovuto lottare con i denti per non retrocedere in Lega Pro (vedi Catania), testimonianza che questo è stato un campionato davvero strano ed essere riusciti a raggiungere l’obiettivo rimane un punto di vanto.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *