Gianpiero Farina
No Comments

La Lazio piazza il terzo acquisto: ecco Patric

Il giovane spagnolo ha effettuato oggi le visite mediche

La Lazio piazza il terzo acquisto: ecco Patric
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo Hoedt e Morrison, già ufficializzati nel mercato di gennaio, ecco il terzo acquisto della Lazio: Patric, terzino spagnolo svincolatosi dal Barcellona. Oggi, con le visite mediche, è ufficialmente iniziata la sua avventura in biancoceleste Conosciamolo un po’ meglio.

Patric ha effettuato le visite mediche ed è ufficialmente un giocatore della Lazio.

Patric ha effettuato le visite mediche ed è ufficialmente un giocatore della Lazio.

ESTERNO DESTRO – Patricio Gabarron Gil, meglio noto appunto come Patric, è nato il 17 aprile del 1993 a Mula, comune spagnolo situato nella comunità autonoma di Murcia.  La sua carriera calcistica inizia nel 1999 nelle giovanili del  Real Murcia. Nel 2006 passa al Valencia. Ma è nel 2008 che avviene la definitiva svolta: Patric entra infatti a far parte de La Masia, la struttura di formazione della cantera del Barcellona. Dopo aver completato tutte la trafila delle selezioni dei catalani, nel 2012 viene aggregato al Barcellona B. Esordisce il 22 settembre. Conclude la sua prima stagione tra i professionisti con 20 presenze. Nella stagione successiva arriva l’esordio in prima squadra: 26 novembre 2014, fase a gironi di Champions League, Ajax Barcellona 2-1. Al di là della sconfitta, Patric non dimenticherà facilmente quella notte. Non è da tutti debuttare con una maglia così importante nella massima competizione europea. Il 7 dicembre arriva anche il primo gol tra i professionisti nella vittoria per 2-0 contro il Sabadeli. La sua seconda stagione blaugrana si chiude con 36 presenze di cui una, come detto, con il Barcellona e 35 con il Barcellona B, e una rete. Dopo quest’annata appena conclusasi (32 presenze e 3 gol ma nemmeno un minuto in prima squadra), terminata con la retrocessione in Segunda Division B, Patric decide di non rinnovare il contratto. Ed ecco che Lotito e Tare  non ci pensano due volte e puntano su di lui, convinti del suo talento e della sua possibilità di crescere. Il 22enne spagnolo è un terzino destro che però, per caratteristiche e qualità, può anche avanzare il suo raggio d’azione giocando come esterno, ala pura o addirittura come interno di centrocampo. Si fa preferire in fase offensiva e ha invece dei limiti in quella difensiva. Ma c’è tempo per lavorare e migliorare. A Pioli il compito di svezzarlo.

Gianpiero Farina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *