Simone Viscardi
No Comments

Milano e Sassari, adesso è bellissima

Gara-7 tra Milano e Sassari sarà il coronamento di una delle serie Playoff più belle di sempre. Il momento è arrivato, in palio un posto in finale

Milano e Sassari, adesso è bellissima
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Per Milano e Sassari adesso sarà bellissima, in tutti i sensi. Il successo dei campioni d’Italia in carica di ieri sera (67-74) spalanca le porte di una gara-7 imperdibile. Le due squadre hanno dato sin qui vita ad una delle serie Playoff più spettacolari degli ultimi anni. Merito della Dinamo, capace di sovvertire il pronostico e di piazzare colpi tremendi nelle prime sfide; merito dell’Olimpia, che messa spalle al muro – sotto 1-3 dopo gara-4 – ha saputo reagire da grandissima squadra, portando a casa due successi tanto preziosi quanto difficili dal punto di vista psicologico.

Lo ha fatto facendo finalmente girare palloni di qualità, scrollandosi le paure derivate dall’entusiasmo del PalaSerradimigni e le scorie di un nervosismo che ha avuto in Hackett (ma dai?) il suo massimo interprete. Non a caso, senza il play della nazionale Milano ha prodotto le due partite più convincenti dell’intera serie. Adesso, però, la pressione torna tutta sugli uomini di Banchi.

E Sassari? I sardi hanno pagato lo scotto di trovarsi a un passo dal sogno, la prima finale scudetto della loro storia. Con due match point in mano le gambe hanno iniziato a tremare, e le mani si sono raffreddate di colpo. Ora coach Sacchetti potrà tornare a vestire i comodi panni dell’outsider, quelli che gli hanno permesso di sorprendere Milano in gara-1 e 3, e prima ancora nella finale di Coppa Italia.

La finale anticipata vivrà un titolo di coda entusiasmante, e la cornice del Forum è la migliore per un appuntamento del genere. Citando i tifosi sassaresi: Not Earlier, Not Later, Just Now.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *