Antonio Casu
No Comments

Dieci, cento nuovi allenatori del Cagliari: manca solo Klopp

Chi sarà il prossimo tecnico dei sardi? La ricerca è tragicomica

Dieci, cento nuovi allenatori del Cagliari: manca solo Klopp
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Un mito da svelare riempie di pensieri la testa dei sardi. No, non si parla di Atlantide, ma del nome del prossimo allenatore del Cagliari. L’intricato enigma, travestito da tragicomico gioco estivo, non ha ancora una soluzione. I tifosi sognano nomi improbabili, gli addetti ai lavori ipotizzano profili ancora più difficili da raggiungere e  alcuni giornalai si divertono a spararla più grossa del vicino di blog. La verità è solo una: il Cagliari non ha ancora un allenatore. L’avrà presto? Non è dato saperlo.

Claudio Ranieri sarà il prossimo allenatore del Cagliari?

Claudio Ranieri sarà il prossimo allenatore del Cagliari?

UN TECNICO PER OGNI GUSTO – Ci sono allenatori che accontenterebbero i nostalgici (Ranieri, Ventura o Donadoni), alcuni già in casa (Festa e Beretta), e altri per i sognatori (Sarri e Iachini). La lista non è finita: se un tecnico è libero, viene associato al Cagliari.  In certi casi la condizione non è imprescindibile. Si aggiungano all’elenco Sannino, Stramaccioni, Boscaglia, Novellino, Colantuono, Montero e Marino. Oramai mancano solo Klopp e Trapattoni. Costano troppo? Non è un problema, i sogni sono gratuiti. Prendere in giro i tifosi non lo è, ma qualcuno pensa il contrario. Dei nomi citati, solo un paio sono (oppure sono stati) realmente nel mirino del Cagliari: Marino, Ventura, Iachini, Ranieri e Sarri. Gli altri? Invenzioni.

UN CANTIERE DA APRIRE –  Intanto c’è una B da preparare e, possibilmente, vincere. Giulini e Capozucca sono al lavoro per trovare il nome giusto, ma non mancano le complicazioni. Il presidente del Cagliari pensa in grande senza averne le potenzialità. Non si può pensare di acquistare Messi con due milioni di euro più il cartellino di Farias, d’altronde. Il pericolo, come già avvenuto con Zeman e Zola, è sempre lo stesso: puntare ad ogni costo su un nome dal forte appeal mediatico, mettendo in secondo piano gli obiettivi sportivi che Cagliari, il Cagliari ed i cagliaritani meritano. I sogni da notte d’inizio estate sono concessi, ma l’autunno arriverà presto. In quel momento, non si potranno più fare passi falsi.

@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *