Edoardo Baracco

Fiorentina: Sousa in pole per il dopo Montella, Ventura e Donadoni le alternative

Montella fa già parte del passato, Sousa in pole per la panchina viola. Se salta occhio a Ventura e Donadoni, entro 48 ore la decisione

Fiorentina: Sousa in pole per il dopo Montella, Ventura e Donadoni le alternative
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il nodo è stato sciolto, ormai Vincenzo Montella, che si voglia o no, fa parte del passato. Si guarda avanti in casa Fiorentina, c’è una campagna acquisti da fare ed un allenatore da rimpiazzare, tre sono le opzioni più plausibili, con una quarta, ovvero il possibile ritorno di Prandelli, che pare più fantascienza che solida possibilità.

PAULO SOUSA, LA CANDIDATURA PIU’ HOT – Il nome più caldo è proprio quello del portoghese, attuale allenatore del Basilea. La Fiorentina recentemente ha ingaggiato un nuovo collaboratore per il mercato estero, Pedro Pereira, che potrebbe essere la figura simbolo per portare Paulo Sousa alla corte dei Della Valle. L’ex giocatore di Juventus, Inter e Parma conosce il calcio italiano visti i suoi trascorsi da allenatore, sa come giocano le squadre nel nostro campionato, ma il motivo principale per cui la Fiorentina ha deciso di puntare su di lui è la sua esperienza in ambito internazionale. Sia da calciatore che da allenatore Sousa ha calcato il palcoscenico della Champions più volte e questa è una cosa che piace molto ai Della Valle, il fatto di dare un profilo più internazionale alla squadra. C’è un però, ovvero che sembrerebbe esserci distanza tra le parti, il Basilea vorrebbe dei soldi per far partire il proprio allenatore. Le parti sono a lavoro e al massimo nella giornata di Giovedì si avranno novità concrete in merito.

LE ALTERNATIVE – Dovesse invece saltare già nelle prossime ore l’accordo con Sousa, la società viola punterebbe pesante su Giampiero Ventura, altro nome caldissimo per la panchina. Ventura sarebbe una scelta d’esperienza, volta a far crescere i giovani. L’attuale allenatroe del Torino conosce benissimo il panorama calcistico italiano, e questa per lui potrebbe essere la definitiva consacrazione nelle vesti di condottiero di una squadra di livello. Resta poi sempre viva la pista Donadoni, anche se però con lui non ci sono stati ancora contatti veri e propri, solo sondaggi. Certo anche il suo nome non è da scartare, ma verrebbe valutato solo come ultima scelta. Infine Prandelli ha rescisso definitivamente col Galatasaray, e allora via alle mille suggestioni di mercato, ma fino ad ora non c’è stato alcun contatto con la Fiorentina e, a meno di difficili ribaltoni, l’ex ct della nazionale sarà destinato ad un’altra piazza.

Edoardo Baracco

Share Button