Gianpiero Farina
No Comments

Lazio, ecco chi è Johannes Geis

Il tedesco classe '93 è un obiettivo dei biancocelesti

Lazio, ecco chi è Johannes Geis
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Mentre tra indiscrezioni, smentite e nomi nuovi il valzer delle punte continua, la Lazio pensa anche agli altri reparti. Ed ecco che, per il centrocampo, si fa con insistenza il nome di Johannes Geis, centrocampista del Mainz. Il tedesco classe ’93 avrebbe, nelle scorse settimane, visitato il centro sportivo di Formello in compagnia dei suoi agenti. Ma scopriamo meglio chi è.

Geis con la maglia della Germania Under 21.

Geis con la maglia della Germania Under 21.

AMPI MARGINI DI CRESCITA – Nato a Schweinfurt il 17 agosto 1993, ha iniziato la sua carriera calcistica nel 2004 nelle giovanili del TSV Großbardorf, squadra della città di Großbardorf, in Baviera. Nel 2008 passa al Greuther Fürth, club della Franconia, con cui fa il suo debutto tra i professionisti nel 2010 collezionando 45 presenze e 5 reti. Ecco che nel 2013, all’età di vent’anni, passa al Mainz. Si mette in mostra anche nelle rappresentative giovanili della Nazionale tedesca, dove fa tutta la trafila partendo dall’Under 16 per arrivare all’Under 21, di cui è un pilastro. Johannes Geis è una mezz’ala che, grazie alla giovane età, ha ampi margini di crescita e che fa del suo tiro, con cui pennella alla perfezione calci d’angolo e punizioni, il suo punto di forza. Ma non gli mancano nemmeno tecnica e forza fisica. Un vero e proprio talento su cui la Lazio ha messo gli occhi da tempo. E ora sembra arrivato il momento per portarlo alla corte di Pioli. Il Mainz lo valuta 10 milioni e pare abbia rifiutato un’offerta di 9 milioni del Borussia Dortmund. C’è però un piccolo problema. Il ragazzo non è così propenso a lasciare la sua terra in quanto molto attaccato alla sua famiglia e alle sue origini. Nel 2013, solo l’intervento dei genitori lo convinse a trasferirsi a Magonza. Ed è per questo che è molto probabile che il ds biancoceleste Igli Tare parli anche con la mamma e il papà per far capire la bontà del progetto. E per far capire a Johannes Geis che è arrivato il momento di spiccare il volo. E chi può farglielo fare meglio di un’aquila?

Gianpiero Farina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *