Redazione
No Comments

Genoa sfuma l’Europa, ma il futuro parlerà cinese

Una buona ed una cattiva notizia: entrambe nell'aria, con Perin che rinnova ma rossoblù che sono fuori dall'Europa

Genoa sfuma l’Europa, ma il futuro parlerà cinese
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ora è ufficiale il Genoa non giocherà l’Europa League: è avvenuto oggi l’incontro tra il Coni ed i rappresentanti della società ligure al termine del quale l’avvocato Grassani ( colui che ha seguito la pratica per i rossoblu ) ha spiegato che: “non c’erano i presupposti per presentare ricorso per cui, abbiamo deciso di chiudere la pratica“.

Davide Traverso, presidente dell’associazione club genoani, intervistato dal una televisione locale, ha commentato così l’episodio: “Mi auguro che la società spieghi in modo lineare ciò che è accaduto per fare chiarezza ed evitare incomprensioni“. Il maggiore esponente della tifoseria organizzata ha continuato spiegando che il patron Preziosi dovrà scusarsi con i tifosi del club più antico d’Italia, i quali hanno seguito e sostenuto la squadra per tutta la stagione, esempio lampante è stata l’ultima giornata in cui, pur non giocandosi più nulla, i supporter rossoblu hanno seguito in 3000 i loro beniamini in Emilia; la società dovrà assumersi le proprie responsabilità e dimostrare con i fatti di voler rimediare alla figuraccia fatta quest’anno, la buona notizia nella giornata odierna è il rinnovo contrattuale di Mattia Perin fino al 2019.

IL GENOA CINESE –  La notizia che potrebbe far aprire scenari interessanti per la formazione del Grifone è l’interesse da parte di mister Michael Lee all’acquisizione di una parte delle quote della società. L’imprenditore di Taiwan è famoso in Cina nel settore del pietre preziose ed ha acquistato da poco il 49% delle quote della Giochi Preziosi, nell’ultima partita di campionato ha seguito il club nella sfida contro il Sassuolo ed è sceso in campo prima del fischio d’inizio per salutare i tifosi, alcuni giornalisti hanno chiesto al magnate se avesse deciso di investire nel mondo del calcio ed egli ha risposto: “Perchè no? Preziosi è un amico di vecchio data, nonchè socio in affari, potrei investire insieme a lui “. Un piccolo spiraglio che potrebbe esser un nuovo inizio per il club ligure, con nuovi fondi e il bilancio in attivo, la squadra potrebbe non esser smantellata come ogni anno, ma rafforzata in vista della prossima stagione per puntare con decisione al piazzamento in Europa.

Luca Minetti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *