Edoardo Baracco
No Comments

Fiorentina a caccia di un portiere: Scuffet e Bardi in pole

Scuffet e Bardi nel mirino della Fiorentina del futuro. Occhio a Storari se dovessero saltare le trattative

Fiorentina a caccia di un portiere: Scuffet e Bardi in pole
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

“È arrivato uno dei momenti più difficili, il momento di lasciare gli amici e le persone che sono stati più importante in questi ultimi 5 anni! A Firenze ho trascorso 5 stagioni indimenticabili, crescendo sia a livello sportivo ma principalmente a livello umano. Ringrazio a tutti quelli che hanno fatto di questo sogno realtà, è stato un onore lavorare e vivere giorno dopo giorno con voi. Grazie ACF Fiorentina. Grazie Firenze”. Sono state queste le parole con cui Norberto Murara Neto ha detto addio a Firenze e alla Fiorentina, una squadra, e una città, che negli ultimi anni lo ha sostenuto quasi fosse un veterano; quel ragazzo giovane e gracidino venuto dal caldo Brasile, inizialmente scarso, ma con l’enorme volontà e forza di migliorare. Ebbene il due di picche è stato servito a Firenze e alla Fiorentina, come molte volte succede del mondo del calcio, non esiste la riconoscenza verso nessuno. Si volta pagina quindi con Tatarusanu tra i pali, titolare da Settembre, e un secondo altrettanto affidabile, giovane o anziano che sia, sono tanti i nomi accostati in queste ultime ore alla squadra dei Della Valle.

Francesco Bardi, giovane portiere ex Livorno e Chievo, è nel mirino della Fiorentina

Francesco Bardi, giovane portiere ex Livorno e Chievo, è nel mirino della Fiorentina

I GIOVANI – Le “nuove leve”, se così si possono chiamare, portano i nomi di Scuffet e Bardi. Queste sono le opzioni young per la “nuova” Fiorentina, l’obbiettivo primario è però l’attuale numero due dell’Udinese. La proposta della Fiorentina è stata quella di un prestito con diritto di riscatto rifiutato dal club dei Pozzo. L’Udinese non vorrebbe privarsi del giovane classe 1996, infatti l’idea sarebbe quella di mandarlo a giocare in un altra squadra ma da titolare fisso; a Firenze Scuffet, almeno per quest’anno, si ritroverebbe a fare il sostituto. Anche qui dipenderà tanto da chi sederà sulla panchina viola la prossima stagione, con Montella il giovane portiere troverebbe spazio sicuramente, ma non giocherebbe titolare tutte le partite. La situazione ancora non è chiusa, c’è tempo e non sono escluse importanti novità a breve. Bardi invece rappresenta la prima alternativa dopo Scuffet; il profilo piace tanto, giocatore giovane, di ampia prospettiva e in cerca di riscatto immediato. Chiaramente vale lo stesso discorso, si tratterebbe di fare da staffetta per almeno un anno e poi eventualmente prendersi definitivamente le redini della porta viola.

L’esperienza – Non c’è soltanto la gioventù sul taccuino di Pradè, ma anche l’esperienza. Come già ripetuto in precedenza la volontà della Fiorentina sarebbe quella di puntare forte su Tatarusanu, e visto che Neto se ne andrà in direzione Juventus, perché non andare a parare sull’affidabile, e poco pretenzioso, Storari? L’idea c’è ed è concreta, attualmente il numero due bianconero è fresco di rinnovo, ma la concorrenza potrebbe spingerlo verso piazze a lui già molto note come Firenze. Per ora rimane un idea, ma se i sondaggi per i due giovani dovessero non andare a buon fine…

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *