Jacopo Gino

Inter, 5 motivi per prendere assolutamente Benatia

Dopo tanti nomi fatti a centrocampo ed in attacco, finalmente l'Inter sembra concentrarsi anche sulla difesa: Benatia nel mirino, ecco perché sarebbe un grande colpo

Inter, 5 motivi per prendere assolutamente Benatia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo tanti nomi che riguardano il centrocampo e l’attacco, finalmente i nerazzurri sembrano essersi accorti che il vero reparto in cui intervenire è quello arretrato. Si appresta un vera e propria rivoluzione in difesa: già preso il giovane Murillo dal Granada, i nerazzurri cercano un altro elemento, questa volta di sicura e pronta affidabilità. Mancini sembra fortemente intenzionato a puntare forte su Medhi Benatia, centrale di difesa franco-marocchino attualmente al Bayern Monaco. Il costo del cartellino sarebbe di quelli importanti (22 milioni), soprattutto perché l’ex Roma è stato pagato solamente un anno fa 28 milioni. I rapporti con il club bavarese però sono ottimi e dopo Shaqiri anche il difensore potrebbe compiere il tragitto Monaco di Baviera-Milano. Se ce ne fosse bisogno, ecco 5 motivi per cui l’Inter dovrebbe assolutamente cercare di accaparrarsi Benatia.

1) LA DIFESA ATTUALE FA SCHIFO – Inutile girarci intorno: la difesa che l’Inter ha schierato in questa stagione ha fatto acqua da tutte le parti. Vidic ha avuto una partenza horror, per poi essere tormentato da continui fastidi fisici che ne hanno alterato le prestazioni. Ranocchia continua nel suo gioco preferito, quello della lampadina ad intermittenza: pochi alti e molti bassi in questa stagione e la fascia di capitano non lo ha certo aiutato a trovare la tranquillità giusta. Juan Jesus è perfetto in una difesa a tre  ma terribilmente distratto e pasticcione quando si passa alla difesa a 4 e gli spazi da coprire aumentano. Andreolli, Campagnaro e Felipe sono state poco più che comparse, destinate a salutare Milano nelle prossime settimane. Come già detto, è in arrivo Murillo: giovane e promettente ragazzo  ma con zero esperienza in serie A. Ecco quindi che Benatia servirebbe come il pane per rinforzare un reparto che, ad oggi, non è di certo all’altezza dei progetti di Mancini.

2) CARISMA E LEADERSHIP – Quest’anno è mancato soprattutto qualcuno che prendesse in mano la difesa e la guidasse attraverso i momenti difficili con il suo carisma. Handanovic da mesi ha la testa altrove, Ranocchia ha meno personalità di un sasso, Juan Jesus è spavaldo sui social ma in campo spesso scompare e Vidic, come già detto, tra ambientamento difficile e problemi fisici è stato più fuori dal campo che dentro. Benatia al contrario conosce il campionato italiano è possiede quella leadership che permetterebbe ai compagni di reparto di migliorare le proprie prestazioni: un solo acquisto potrebbe risolvere tutti i problemi arretrati dei nerazzurri.

Benatia nella sfida di Champions League contro il Manchester City

Benatia nella sfida di Champions League contro il Manchester City

3) ESPERIENZA INTERNAZIONALE – Dopo essere cresciuto calcisticamente in Francia, Benatia ha avuto tempo di ambientarsi ed esplodere all’Udinese (solita, incredibile fabbrica di talenti): l’esperienza di Roma l’ha maturato ad alti livelli e l’anno trascorso al Bayern gli ha permesso di assaggiare anche quell’atmosfera speciale che solo la Champions League può dare. Per i progetti di Mancini avere un giocatore di questo livello sarebbe fondamentale per evitare le “ginocchia tremanti” dei grandi appuntamenti: l’Inter probabilmente non giocherà in Europa la prossima stagione, vero, ma l’obiettivo è rientrarci dalla porta principale il prima possibile.

4) TOP PLAYER – Benatia è forte, senza se e senza ma. Un difensore completo e sicuro di sé, che negli ultimi due anni ha avuto una crescita esponenziale: non a caso il Bayern l’ha pagato 28 milioni solo un’estate fa, anche se poi in Baviera non è stato titolare inamovibile. Un giocatore dal rendimento elevato e costante sarebbe fondamentale per innalzare il livello di tutta la squadra, che ha bisogno di leader per ogni reparto. Se a centrocampo si sta cercando in tutti i modi di arrivare a Yaya Tourè e in attacco c’è il forte carisma del giovane Icardi, ecco che in difesa il nome giusto potrebbe essere proprio quello del franco-marocchino.

5) CARATTERISTICHE TECNICHE – Benatia sarebbe perfetto per il gioco di Mancini. Le principali doti dell’ex Roma sono infatti l’anticipo e la capacità di giocare la palla. Caratteristiche fondamentali per il tecnico nerazzurro, le cui idee per il reparto arretrato sono difesa alta e capacità di far circolare il pallone fin da inizio azione. L’accoppiata Murillo-Benatia garantirebbe velocità e tecnica, elementi perfetti per le idee di calcio del tecnico jesino.

Arrivare al franco-marocchino sarà veramente impresa ardua, ma da oggi l’Inter ha (almeno) 5 motivi in più per cercare in tutti i modi di mettere a segno il colpaccio.

@jacopogino

Share Button