Roberto Cusimano
No Comments

Playoff, semifinali andata: vittorie di Pescara e Bologna

Grazie ad un rigore di Memushaj gli abruzzesi si aggiudicano il primo round della semifinale contro il Vicenza, colpo grosso del Bologna ad Avellino

Playoff, semifinali andata: vittorie di Pescara e Bologna
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Massimo Rastelli, allenatore dell'Avellino, sconfitto nell'andata dei playoff dal Bologna

Massimo Rastelli, allenatore dell’Avellino, sconfitto nell’andata dei playoff dal Bologna

Due vittorie di misura nelle gare di andata delle semifinali playoff di B che si sono disputate questa sera a Pescara e Avellino. Le quattro pretendenti all’unico posto ancora disponibile per salire di categoria si sono date battaglia e i risultati finali, entrambi 1-0, lo dimostrano. Allo stadio “Adriatico” il Pescara ha vinto in extremis sul Vicenza grazie ad un rigore di Memushaj, al “Partenio” invece colpo grosso del Bologna che grazie a Sansone ha praticamente già un piede in finale playoff.

PESCARA CASALINGO… – La prima sfida dei playoff si è giocata alle 18:30 e ha visto il Pescara di Massimo Oddo, galvanizzato dal successo contro il Perugia, affrontare il Vicenza oggi privo di due pedine fondamentali per squalifica: Di Gennaro ma soprattutto Andrea Cocco, autore di 19 reti in campionato. La prima parte di gara è decisamente di marca veneta che sfiorano a più riprese la rete del vantaggio, ci provano al 12′ con D’Elia ma il suo tiro deviato termina a lato di poco, nel calcio d’angolo seguente ci prova pure Ragusa ma la palla sfiora il palo e termina fuori. Continuano a insistere gli ospiti, un frizzante Ragusa, Laverone e Petagna impensieriscono il portiere di casa ma non trovano il vantaggio. Si va al riposo sullo 0-0. Al 56′ si fa vedere in una delle prime chance della gara per gli abruzzesi il terzino Zampano, Gentili è bravo a mandare la palla fuori. Nella consueta girandola di cambi ce n’è uno in particolare che darà quasi decisivo per le sorti del match: è il 65′ quando Oddo butta nella mischia Sansovini al posto di Torreira. Due minuti dopo Politano, tra i migliori nel Pescara, colpisce con un bel sinistro il palo e nella ribattuta Sansovini scheggia la traversa, ma era in fuorigioco. Al 72′ colpo di testa pericoloso di Melchiorri ma il pallone va alto, il Pescara però si è svegliato e vuole la vittoria. Continua il forcing abruzzese, è il 78′ quando Sansovini ha un’occasione d’oro, calcia bene ma Vigorito è strepitoso, poco dopo tentativo anche di Caprari ma la palla non ne vuole sapere di entrare. All’85’ l’episodio decisivo: Sansovini entra in area, supera Vigorito che lo stende ed inevitabilmente l’arbitro lo espelle e decreta il rigore per i padroni di casa. Dal dischetto va Memushaj, l’albanese tira forte e segna la rete dell’1-0. Nonostante i sei minuti di recupero il primo atto della sfida vede trionfare la squadra di Oddo, tra quattro giorni il ritorno dei playoff al “Menti”, il Pescara parte avvantaggiato ma i veneti avranno un Cocco in più e tutto il pubblico a sostenerlo, ci sarà da divertirsi.

…BOLOGNA CORSARO – Alle 21 nella seconda gara dei playoff si sono sfidate Avellino e Bologna. Ospiti favoriti in partenza ma con un finale di campionato non molto esaltante, Avellino invece reduce dalla bella vittoria a La Spezia ma più stanco dopo i 120 minuti giocati tre giorni fa. Parte meglio l’Avellino ma la rete la trova al 24′ il Bologna con Sansone partito ben oltre il limite del fuorigioco, il guardalinee non alza la bandierina e l’ex Sampdoria trafigge il portiere di casa. Prima di andare al riposo i lupi ci provano due volte con Almici al 37′ e Comi al 44′, in entrambi i casi la palla termina sull’out destro di pochissimo. La ripresa si apre con un’occasione buona nei piedi di Zito, l’ “eroe” di La Spezia, la sua conclusione viene però respinta da Da Costa. I campani provano a fare gioco, a rendersi pericolosi ma il reparto offensivo non è abbastanza lucido questa sera e non riesce a impensierire tantissimo il portiere brasiliano del Bologna. Scorrono i minuti, il Bologna si limita a difendere poiché il risultato lo premia, l’Avellino ci prova in particolare in azioni d’angolo e negli ultimi minuti prima Comi (89′) e poi Sbaffo (94′) hanno sulla testa la palla del pareggio ma non c’è nulla da fare, i rossoblu sbancano il “Partenio” e fanno un deciso passo verso la finalissima. La squadra di Rastelli dovrà compiere un vero e proprio miracolo per passare il turno, siamo comunque certi che assisteremo ad un’altra bella partita di playoff.

 

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *