Redazione
1 Comment

Mercato Milan, ecco le condizioni per il ritorno di Kakà. Cassano all’Inter?

Il barese non si sente più al centro del progetto e potrebbe attraversare il Naviglio

Mercato Milan, ecco le condizioni per il ritorno di Kakà. Cassano all’Inter?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Kakà

KAkà

MILANO, 26 LUGLIO – Dopo le cessioni illustri di Thiago Silva e Ibrahimovic, che hanno suscitato non poco malumore tra i tifosi, soprattutto tra quelli che avevano già fatto l’abbonamento e che hanno chiesto il rimborso, il Milan deve necessariamente comprare un top player. Ci sono due strade da percorrere a questo punto: comprare un top player appunto, oppure pensare ad un “cavallo di ritorno” che infiammi la piazza. Al momento, seguendo le voci di mercato, sembrerebbe che la pista seguita in Via Turati sia proprio questa seconda opzione.

KAKA’: SI MUOVE BRONZETTI – Il nome più gettonato è Ricardo Kakà, tanto amato dalla piazza rossonera. I tasselli a ben guardare si congiungono: lo Special One Mourinho l’ha scaricato pubblicamente dicendogli che non rientrava più nei suoi piani tattici, il Milan cerca un nome che possa riaccendere l’entusiasmo dei tifosi. I primi contatti ci sono già stati: l’agente italiano del brasiliano, Gaetano Paolillo, ha fatto visita a Galliani nella sede del Milan, successivamente c’è stato un pranzo di lavoro tra Bronzetti, agente Fifa vicino ai due club Milan e Real Madrid, e Florentino Perez presidente del club iberico, utile per capire come impostare un’eventuale trattativa. Dal canto suo l’amministratore delegato Galliani ha fissato le condizioni per un ritorno in rossonero di Kakà: prestito gratuito da parte del Real e diminuzione dell’ingaggio da parte del giocatore da 10 a 5 milioni di euro all’anno. Dalla Spagna giungono voci che il club rossonero sia disposto a pagare anche 13 milioni per il cartellino, ma non ci sembra un’ipotesi percorribile. La svolta potrebbe esserci il 7 agosto, quando gli amici Galliani e Perez s’incontreranno a New York per l’amichevole tra Milan e Real Madrid.

KAKA’ VUOLE IL MILAN –  In tutto questo c’è la posizione di Kakà: nel 2009 è partito con molto entusiasmo verso Madrid, con la speranza di riscuotere altri successi, attirato dal lauto ingaggio superiore a quello percepito dal Milan e, diciamola tutta, anche per convenienza del club rossonero. Ora è davanti a una scelta: assaggiare la panchina del Bernabeu tantissime volte oppure percorrere la strada inversa, quella che da Madrid porta a Milano dove riabbraccerebbe il vecchio amore rossonero. In realtà Kakà non si è mai sentito a casa sua in terra iberica, dove è stato costantemente nell’occhio dei media per il costo del suo cartellino al quale non faceva corrispondere prestazioni altrettanto altisonanti. Come ha detto Galliani, parafrasando Venditti: “Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano…”. Questa trattativa è davvero frutto delle tre componenti che vi sono interessate: chi vorrebbe cedere, Real Madrid, chi vorrebbe comprare, Milan, e il giocatore. Al Milan la maglia numero 22, che lo scorso anno era di Nocerino, si è liberata e aspetta un proprietario. E Allegri? Sarebbe contento di avere il brasiliano tra i suoi giocatori? Probabilmente lo sarebbe a metà, perché indubbiamente potrebbe dare maggiore qualità alla squadra, ma di certo Kakà non ha le caratteristiche del giocatore richiesto dal tecnico toscano.

Antonio Cassano e Zlatan Ibrahimovic

CASSANO, SUGGESTIONE INTER – In tutto questo cosa c’entra Cassano? C’entra parecchio. Perché il barese, come vi abbiamo già detto ieri, non si sente più al centro del progetto rossonero, dopo le cessioni illustri non ritiene la squadra competitiva per obiettivi quali Scudetto e Champions League e vorrebbe cambiare aria. Il suo sogno “proibito” sarebbe la Sampdoria, ma Edoardo Garrone, pur ribadendo che i rapporti con il giocatore sono ottimi, ha anche detto che i tempi non sono ancora maturi per un ritorno alla Samp del talento di Bari vecchia. Ed ecco allora che Cassano potrebbe decidere di attraversare i navigli e indossare la casacca nerazzurra, dove si cercano talenti e dove Cassano potrebbe essere davvero utile agli schemi di  Stramaccioni aggiungendo qualità allo scacchiere tattico. Ci chiediamo su quale basi potrebbe avvenire questo passaggio: magari con uno scambio di giocatori. Forse Ranocchia, ma non ci sembra che l’Inter possa andare a rinforzare in tal modo i cugini. Con un prestito magari, ma anche in questo caso dovrebbe esserci uno scambio di favori. Ovviamente, al momento, si tratta solo di Fantacalcio, o mercato fatto con le figurine, non c’è nulla di concreto, ma l’ipotesi non è da scartare totalmente, almeno fino a quando non saranno le parti a dirlo.

Massimiliano di Cesare

Share Button

One Response to Mercato Milan, ecco le condizioni per il ritorno di Kakà. Cassano all’Inter?

  1. maurizio visconti 26 luglio 2012 at 21:58

    va benissimo il ritorno di KAKA ma SHEVA? BARESI? COSTACURTA? va be' cominciamo a prepararci a tantissime figuraccie

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *