Simone Viscardi
No Comments

Addio al Total Black, l’Inter è tornata

Presentate le maglie dell'Inter per la stagione 2015/16. Basta scelte azzardate, il risultato è un perfetto ritorno al passato

Addio al Total Black, l’Inter è tornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’Inter è tornata. Beh, se sul campo questo non si può ancora dire, almeno è possibile affermarlo in termini di stile. A margine dell’evento Inter Night – dedicato agli abbonati per la prossima stagione – la società nerazzurra ha presentato le divise Home per il 2015/16. Per il 18° anno consecutivo ad occuparsene è stata la Nike, e dopo qualche prodotto di dubbio gusto sembra finalmente che la ditta di Beaverton (Oregon) sia tornata a colpire nel segno.

Ritorno al passato per la nuova maglia dell'Inter.

Ritorno al passato per la nuova maglia dell’Inter.

BACK TO THE FUTURE – Basta Pinstripes, basta tonalità cupe. Solo delle semplici e ordinate strisce nere e azzurre (e non blu scuro).  Colori chiari e luminosi, per gettare una ventata di speranza e garantire un ritorno al passato che pare rappresentare un’iniezione di ottimismo nei confronti dei supporters della Beneamata. Se i risultati non arrivano e da tempo è smarrita la retta via (quella del successo), allora niente è meglio di una splendida Operazione Nostalgia, per rivangare il passato e rinnovare l’affetto per la squadra. Del resto, la stessa Nike ha descritto la divisa come un omaggio a quella – vincente – del 1990/91. In quell’anno i ragazzi di Trapattoni sollevarono la Coppa Uefa, mentre quelli di Mancini con tutta probabilità non disputeranno le coppe. Che sia una strategia di marketing subliminale per allontanare le genovesi dalla licenza europea?

BELLA, MA CHI L’INDOSSERÀ? – La maglia è bella, bellissima, ma ciò che conta di più è sapere chi se la metterà addosso nel prossimo campionato. Ieri sera tutti i membri della rosa hanno svolto il ruolo di modelli, e bisogna dire che questi colori calzano a pennello su Mauro Icardi. Farglieli togliere sarebbe un peccato, così come varrebbe la pena scoprire il gradimento di un ragazzone ivoriano residente – almeno per il momento – a Manchester. Chissà che provandola non si convinca di non volerla più togliere. Con i tifosi interisti è stato amore a prima vista, potrebbe funzionare anche per Tourè.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *