Roberto Cusimano

Playoff Serie B: Pescara e Avellino semifinaliste a sorpresa

Abruzzesi e irpini vincono in trasferta contro Perugia e Spezia (entrambe 1-2) e conquistano le semifinali dove affronteranno Vicenza e Bologna

Playoff Serie B: Pescara e Avellino semifinaliste a sorpresa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si sono giocati ieri sera i due play-off ad eliminazione diretta per decretare le semifinaliste che incontreranno Vicenza e Bologna, classificatesi al termine della stagione regolare terza e quarta. Abbiamo assistito a due match molto equilibrati in cui, un po’ a sorpresa, le squadre di casa non hanno saputo approfittare del fattore campo e sono state entrambe sconfitte. Sia il Perugia che lo Spezia, pur partendo da favorite vista la possibilità di usufruire due risultati su tre, hanno perso 1-2 contro Pescara e Avellino che venerdì affronteranno nelle gare di andata rispettivamente Vicenza e Bologna in casa.

Nella gara delle 18:30 disputata al “Curi” Perugia e Pescara si sono date battaglia fin dal primo tempo con i portieri impegnati già dopo una decina di minuti, a Bjarnason aveva risposto Ardemagni ma senza impensierire Fiorillo. Al 9′ occasionissima per Melchiorri che coglie il palo, i perugini si salvano. Passata la mezzora è ancora l’attaccante abruzzese a rendersi pericoloso ma si va al riposo sullo 0-0. Nella ripresa parte forte il Perugia che con il solito Goldaniga trova la rete del vantaggio, di testa, al 52′. Pochi minuti dopo è ancora il difensore degli umbri a rendersi pericoloso ma stavolta la difesa del Pescara si salva. Al 63′ affondo del Pescara che trova la rete con Politano il cui tiro trova un incerto Koprivec, è 1-1. Al 75′ episodio clou della gara con Fossati che stende Politano, per l’arbitro è rigore. Dal dischetto Melchiorri non sbaglia, gli ospiti passano in vantaggio e al momento sarebbero qualificati. Ultimo quarto d’ora da brividi con il Perugia che ci prova a più riprese, l’occasione più ghiotta capita a Fabinho ma nonostante i cinque minuti di recupero il punteggio non si schioda, la prima semifinale sarà Vicenza-Pescara.

Alle 21 va di scena a La Spezia la sfida tra liguri e i campani dell’Avellino, classificatisi ottavi nella griglia play-off. Partenza a rilento tra le due squadre, entrambe sanno che la posta in gioco è molta. Alla mezzora esatta la prima chance ce l’ha Zito, il suo bolide va di poco a lato. Dieci minuti dopo però sempre lo stesso giocatore ex Juve Stabia trova la rete del vantaggio di testa dopo un liscio di Trotta. Due minuti dopo gli irpini rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Arini a causa di un doppio giallo, la squadra di Rastelli si ritrova un gol avanti ma con quarantacinque minuti da giocare in inferiorità numerica. Nella ripresa inizia meglio ancora l’Avellino con uno strepitoso Zito, poi si sveglia lo Spezia che trova la rete con Brezovec ma verrà annullata per precedente gioco pericoloso ai danni dell’onnipresente Zito. Al 73′ il destino vuole che a pareggiare l’incontro deve essere proprio Brezovec, i liguri senza meritarlo trovano il punto del pareggio che porterebbe la sfida ai supplementari. E infatti al termine dei 90′ non accade più nulla, per conoscere la seconda semifinalista bisogna attendere altri trenta minuti. Il match-winner sarà Gianmario Comi, già a segno nell’ultima giornata a Brescia, tocca a lui risolvere ottimamente una mischia in mezzo all’area, il suo tiro batte il portiere di casa e manda l’Avellino dritto in semifinale dove ad attenderlo c’è il Bologna di Rossi.

Roberto Cusimano

Share Button