Simone Viscardi
No Comments

Playoff Serie A Beko: Cantù e Reggio, pari e patta

Successi preziosi per Cantù e Reggio nei Playoff Serie A Beko. Brianzoli ed emiliani pareggiano le rispettive serie, verdetti rimandati a Gara-5

Playoff Serie A Beko: Cantù e Reggio, pari e patta
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Le due serie più equilibrate dei Playoff Serie A Beko continuano ad andare a braccetto insieme. Servirà la bella per decretare il passaggio del turno tra Cantù/Venezia e Brindisi/Reggio Emilia. Il colpo di coda dei brianzoli e degli emiliani cancella il primo match point per le rispettive avversarie, e adesso può succedere di tutto.

CANTÙ-VENEZIA 81-64 (2-2 nella serie)

Stefano Sacripanti, coach di Cantù.

Stefano Sacripanti, coach di Cantù.

Con un Awudu-Abass in grande spolvero, e una Venezia un po’ sulle gambe, Cantù riesce a far valere la legge del Pianella, dominando una Gara-4 mai in discussione. Ortner è l’unico a rispondere in quel della laguna, mentre la Brianza si scalda con qualche gran giocata di Metta World Peace. Nella ripresa i veneti di Recalcati non riescono proprio a mantenersi a contatto, con una Cantù chirurgica in attacco e capace di volare abbondantemente sopra i 15 punti di vantaggio. Sacripanti l’ha studiata alla grande, e i suoi sembrano avere una condizione decisamente migliore rispetto ai rivali. Tutto rimandato a Venezia per Gara-5, con la sensazione che l’inerzia si sia definitivamente spostata verso l’entusiasmo canturino.

Cantù: Awudu Abass 19, Williams 13, Johnson -Odom 12.
Venezia: Ortner 21, Goss 11, Peric 10.

BRINDISI-REGGIO EMILIA 62-73 (2-2 nella serie)

In Salento oggi è lecito mangiarsi le mani. Brindisi spreca l’occasionissima per mandare a casa la Reggiana, seconda forza annunciata alla vigilia, e adesso dovrà giocarsi tutto in Gara-5 in casa degli emiliani. Grande difesa per la Grissin Bon, mentre in attacco il protagonista è l’immortale Kaukenas. L’attacco brindisino non è pervenuto, eccezion fatta per Turner, il quale però non basta. Reggio rimane sempre avanti, e il pubblico di casa è costretto ad osservare impotente di fronte a Diener e Lavrinovic. Nell’ultima parte di gara, con il match in pugno, arriva anche la tranquillità dall’arco, con un deciso aumento delle percentuali. Gli ospiti amministrano il vantaggio con raziocinio, e portano a casa un successo splendido.

Brindisi: Zerini, Mays 12, Turner 11, Pullen 10.
Reggio Emilia: Kaukenas 16, Lavrinovic 11, Diener 10

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *