Davide Terraneo
No Comments

Giro d’Italia, presentazione tappa 15. Chi attacca Contador?

La Marostica-Madonna di Campiglio chiude la seconda settimana della corsa rosa, con un arrivo in salita molto impegnativo

Giro d’Italia, presentazione tappa 15. Chi attacca Contador?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La cronometro gli ha restituito la maglia rosa, l’arrivo di Madonna di Campiglio gli dirà se ha ipotecato il Giro o meno. Alberto Contador ha dimostrato di essere nettamente migliore dei suoi avversari nella lunghissima corsa contro il tempo vinta da Kiryenka, e nella quindicesima tappa della corsa rosa dovrà far capire di essere in grado di controllare anche quando la strada sale. Non un’impresa complicata per le capacità dello spagnolo.

L'altimetria della quindicesima tappa con arrivo a Madonna di Campiglio

L’altimetria della quindicesima tappa con arrivo a Madonna di Campiglio

PRESENTAZIONE Lunga 165 chilometri, la 15a frazione del Giro d’Italia porterà la carovana da Marostica a Madonna di Campiglio, primo grande appuntamento in salita della 98esima edizione. Il primo GPM verrà affrontato dal gruppo 60 km dopo il via, con il seconda categoria La Fricca che nei suoi 11,3 km al 5% di media presenta punte che toccano il 10%. Dopo il rifornimento a Vigolo Balesga e il traguardo volante di Ponte Arche, il Passo Daone sarà il primo momento di selezione nel plotone, considerando la pendenza del 9% con punte al 14% degli 8 km di un prima categoria che farà gola a chi vuole fare punti per la maglia azzurra, Intxausti su tutti. La discesa ripida e il leggero falsopiano che porta a Pinzolo saranno il preludio all’ultima scalata, sui 15,5 km al 6% (pendenza massima al 14%), che porterà al traguardo di Madonna di Campiglio. L’ultimo chilometro presenta punte costantemente al 7%, e potrebbe essere teatro di bagarre se la corsa non dovesse esplodere già in precedenza.

FAVORITI – Dopo la prestazione convincente di ieri, il favorito numero uno è senza dubbio Alberto Contador, che proverà ad imprimere definitivamente il suo sigillo sul Giro d’Italia per poi poter cercare di gestire l’ultima settimana senza sforzi eccessivi in preparazione al Tour de France. A scombinare i piani dello spagnolo ci saranno Fabio Aru, galvanizzato dal secondo posto nella classifica generale, e Rigoberto Uran, che deve riscattare una prestazione finora anonima. Richie Porte sembra invece in palese difficoltà, per cui il suo gregario Leopold Konig (o in alternativa Nieve) potrebbe avere via libera dal Team Sky per cercare di anticipare le mosse dei big. E’ comunque possibile che ad avere la meglio sia un corridore in fuga, considerando la difficoltà della tappa. Corridori come Intxausti, Hesjedal e Kruijswick potrebbero provare ad anticipare il plotone per giocarsi la vittoria in un gruppo ristretto. Senza dubbio a fare la differenza saranno le energie rimaste dopo la prova contro il tempo di ieri: con la giornata di riposo alle porte, tutti i corridori saranno motivati a dare il massimo per arrivare all’ultima settimana nella miglior condizione possibile. Contador è avvisato.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *