Sanda Urda

MotoGP, le 5 vittorie più emozionanti di Valentino Rossi

Selezionare cinque su 84 vittorie ottenute dal pesarese nella classe regina del motomondiale è stata veramente dura. Analizziamo insieme la top five dell'era Rossi

MotoGP, le 5 vittorie più emozionanti di Valentino Rossi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nato il 16 febbraio del 1979 a Tavullia, località in provincia di Pesaro, sulla riviera romagnola, dove il papà Graziano Rossi (pilota classe regina, sette podi con tre vittorie negli anni 70/80) e la mamma Stefania Palma si conoscono e s’innamorano. Fin da piccolo mostra interesse per le competizioni a motori e qualsiasi mezzo guida lo conduce sempre in vetta, ma per Valentino Rossi la sua carriera da centauro inizia nel 1996, quando debutta nella classe 125cc per il team AGV. Sulla carriera del Dottore #46 si è detto e ridetto tutto.

Noi vi riportiamo all’attenzione cinque tra le più emozionanti vittorie nella classe regina dopo un’accurata e difficile selezione:

1. DONINGTON PARK DEL 2000 – La prima vittoria da rookie (2000 l’anno di debutto) nella classe 500cc (classe regina di allora, le moto avevano motori a due tempi) con la Honda, il suo primo amore. Gara veramente combattuta perché anche se partiva dalla prima fila e 4°(allora le file erano formate da quattro caselle), sbaglia la partenza e gira 13° al primo passaggio. Con l’acqua in pista e la sua Honda 500cc ballerina in uscita curva, (simile a quella di Marquez in Francia) Valentino Rossi rimonta giro dopo giro fino in vetta quando mancavano tre passaggi alla bandiera scacchi e taglia per primo il traguardo. L’anno dopo, Rossi  vince il suo primo ed ultimo titolo mondiale della 500cc (dal 2002 diventa MotoGP con motori a quattro tempi) sempre con la Honda.

2.WELKOM 2004: LA PRIMA DELLE PRIME – Trattasi della prima gara con la nuova moto, la Yamaha M1, appena conosciuta nei test invernali e che ai tempi non era molto quotata, ma anche la prima gara della stagione nel Sudafrica. La gara ritrae il duello tra Rossi e il rivale di sempre Max Biaggi (in sella alla Honda) che vede trionfare il #46 e la sua nuova “bimba”. Vincere la prima gara della stagione porta bene, Valentino nel 2004 vince il suo quarto titolo mondiale portando la casa giapponese Yamaha sul gradino più alto, dove non andava dal 1993.

3. LAGUNA SECA 2008–  Il leggendario duello (28 giri di sorpassi al cardiopalma) con il campione in carica di allora, Casey Stoner (Ducati) che finisce out a tre giri dalla fine, lasciando la vittoria a Rossi. Questa vittoria mette le ali al pilota di Tavullia che vince le prossime quattro gare consecutive e porta a casa anche l’ottavo titolo mondiale.

4. CATALUNYA 2009 – Qui Rossi da “la lezione” al giovane emergente e teammate, Jorge Lorenzo, passandogli davanti all’ultima curva dopo un duello arduo durato l’intera gara. A fine stagione 2009, ancora con la sua Yamaha M1 e il solito 46 (preso dal papà Graziano), Vale diventa il nove volte iridato.

5 ARGENTINA 2015 – Emozionante perché la numero 110 e per la bagarre, da tutti attesa, con un altro giovane fenomeno, Marc Marquez (Repsol Honda Team) finita male per lo spagnolo campione in carica.

Rossi, al suo 19° anno di motomondiale potrebbe ambire alla Decima. La direzione sembra quella giusta finora (leader del mondiale con 5 podi su 5 di cui due in vetta), ma il campionato è ancora lungo (ancora 13 GP) e il’livello degli avversari sempre più alto.

Il maestro della MotoGP va elogiato anche per la sua voglia di condividere e trasmettere il proprio sapere a giovani promesse (VR 46 Academy) che hanno iniziato a raccogliere i frutti dello scouting compiuto dal pesarese (#FrenchGP Moto3 podio tutto italiano) e a gettare le basi per un futuro glorioso nel motomondiale.

Share Button