Gianpiero Farina
No Comments

Roma, Lazio e Napoli: la Champions in 180 minuti

Il derby di lunedì sarà decisivo. I partenopei devono fare bottino pieno

Roma, Lazio e Napoli: la Champions in 180 minuti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Due giornate alla fine del campionato e i due posti Champions ancora da assegnare. Per Roma, Lazio e Napoli saranno 180 minuti di fuoco con il derby di lunedì che sarà decisivo.

NAPOLI – I partenopei sono quelli che hanno meno possibilità. La squadra di Benitez oggi affronta la Juventus. E’ vero che i bianconeri vengono dal trionfo in Coppa Italia e schiereranno le riserve, ma di certo non sarà una passeggiata. E’ obbligatorio vincere per poi giocarsi tutte le carte Champions nell’ultima giornata, dove gli azzurri affronteranno al San Paolo la rivale Lazio. L’unico obiettivo possibile però sembra essere il terzo posto perché per il secondo servirebbero una serie di incrocio un po’ improbabili. Ma un pari nel derby potrebbe rimescolare tutto

Il derby di lunedì non varrà solo per la supremazia cittadina ma anche per un posto Champions.

Il derby di lunedì non varrà solo per la supremazia cittadina ma anche per un posto Champions.

LAZIO – I biancocelesti di Pioli sono, per gioco, motivazioni, e condizione atletica, i favoriti. Bisognerà però vedere se la squadra capitolina è riuscita a smaltire le tossine mentali e fisiche della finale persa di mercoledì. La stracittadina con la Roma ci chiarirà tutto. Con una vittoria Klose e compagni riconquisterebbero la seconda piazza e tornerebbero artefici del proprio destino. E se il Napoli non dovesse vincere contro la Juventus, almeno il terzo posto sarebbe matematico. Un pareggio e una sconfitta complicherebbero tutto vista la trasferta, all’ultima giornata, in quel del San Paolo. Sarà un derby quindi che non varrà solo per la supremazia cittadina ma che sarà anche un vero e proprio crocevia per la Champions.

ROMA – I giallorossi, essendo secondi, lunedì possono giocare per due risultati. Anche un pari infatti andrebbe bene agli uomini di Garcia che, nell’ultimo atto di questo campionato, affronteranno all’Olimpico il Palermo, una squadra che non ha praticamente più nulla da chiedere. Ma le partite contro Milan e Udinese, vinta per il rotto della cuffia, non fanno dormire sonni tranquilli.  La squadra appare spenta, opaca e poco brillante. La speranza per i sostenitori romanisti è che, per queste due partite, la luce si riaccenda riuscendo così a mantenere la piazza d’onore evitando il terno al lotto dei preliminari. Solo 180 minuti e sapremo chi farà compagnia alla Juventus nella Champions League 2015/2016.

Gianpiero Farina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *