Davide Terraneo

Le 7 papere dei portieri più clamorose del 2015

Non solo Handanovic e Diego Lopez in questo 2015 che ha riservato parecchie delusioni agli estremi difensori, protagonisti (per una volta) in negativo

Le 7 papere dei portieri più clamorose del 2015
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il compito dei portieri è sempre stato quello più difficile. Sbagliare un gol davanti alla porta avversaria è un errore che si dimentica facilmente, ma una distrazione che costa una rete subita porta all’estremo difensore pesanti critiche. A volte però è impossibile rimanere indifferenti di fronte a simili papere. Ecco la classifica dei 7 svarioni dei portieri più clamorosi in questo inizio 2015.

La papera di Casillas nel derby di febbraio ha spianato la strada all'Atletico Madrid

La papera di Casillas nel derby di febbraio ha spianato la strada all’Atletico Madrid

7) DIEGO LOPEZ – Gol o no? Poco importa, perché quel pallone non doveva finire nei pressi della linea di porta. La grossa indecisione dell’estremo difensore del Milan contro il Sassuolo la scorsa domenica è costata ai rossoneri la prima delle tre reti subite nella sconfitta di Reggio Emilia. Ad aggravare la situazione il fatto che lo spagnolo è recidivo: impossibile dimenticare la papera contro il Parma di settembre 2014, fuori da questa classifica solo perché scaduta.

6) GORDON – Il Celtic non ha una grandissima tradizione di portieri, e lo scozzese che aveva il compito di difendere la squadra di Glasgow dagli assalti dell’Inter nell’andata dei sedicesimi di Europa League non ha certo invertito la tendenza. Non perfetto sul gol iniziale di Shaqiri, combina la frittata a fine primo tempo, quando valuta male un lancio lungo per Palacio e in tuffo finisce con lo stoppare un pallone altrimenti irraggiungibile per l’argentino, che può segnare senza difficoltà il 3-2.

5) SKORUPSKI – L’inspiegabile decisione del secondo portiere della Roma di salvare un calcio d’angolo regalando il pallone a Marcos Alonso rimarrà negli annali degli errori dei portieri. La sua leggerezza ha contribuito al 3-0 con cui la Fiorentina ha strapazzato i giallorossi nel ritorno degli ottavi di Europa League. Da Goicoechea a Skorupski il messaggio non cambia: attenzione a schierare la riserva.

4) CASILLAS – Criticatissimo dopo lo scorso mondiale, il portiere del Real Madrid non è riuscito a riscattarsi nel corso di questa stagione. In particolare, la clamorosa papera nel derby di campionato sul tiro di Tiago non è stata gradita nemmeno da Cristiano Ronaldo, decisamente innervosito dall’errore grossolano. Per la cronaca, l’Atletico ha vinto quella sfida del 7 febbraio 4-0.

3) HANDANOVIC – Mercato o non mercato, la papera di uno dei migliori portieri del nostro campionato contro la Juventus potrebbe pesare come un macigno sulla stagione dell’Inter. La mancata presa sul tiro di Morata con il pallone che si è impennato in rete è una svista rara in un professionista come Handanovic, che ha tradito i suoi proprio nel momento del bisogno. Se le valigie siano già pronte, poi, non è dato saperlo.

2) NEUER – Ebbene sì, anche il re dei portieri sbaglia. Un caso più unico che raro, realisticamente. Ma è successo. La papera di Neuer sul tiro di Raffael nella sfida persa 2-0 contro il Borussia Moenchengladbach ha destato l’immediato stupore del cronista, che ha subito affermato qualcosa come “Ma allora anche lui è umano”. A quanto pare sì, anche se a volte serve una papera per ricordarcelo.

1) PADELLI – Il suo errore contro l’Empoli è ai limiti del concepibile per il mondo del calcio. Il passaggio mandato direttamente nella propria porta costato il ko contro la formazione toscana è probabilmente destinato a rimanere in testa a questa speciale classifica fino a fine stagione. Se esistesse un record del mondo per la papera più clamorosa, quella dell’estremo difensore granata potrebbe cercare di batterlo. I portieri sbagliano, si sa. Come tutti i calciatori. Ma quel giorno Padelli l’ha davvero combinata grossa.

Share Button