Marco Scipioni
No Comments

Ancelotti-Milan, 5 motivi per un ritorno romantico

Tra indiscrezioni, rumors e possibili telefonate sull'asse Milano-Madrid, ecco 5 motivi per cui Ancelotti dovrebbe tornare al Milan

Ancelotti-Milan, 5 motivi per un ritorno romantico
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Da Madrid giungono voci sempre più rassicuranti per i tifosi rossoneri: Ancelotti e il Real Madrid si diranno addio a fine stagione. Secondo indiscrezioni il tecnico di Reggiolo avrebbe rescisso il contratto con il club di Florentino Pèrez, che avrebbe già in mano l’attuale tecnico del Napoli, Rafa Benitez.

Ecco cinque motivi per cui il Milan, a partire da Silvio Berlusconi, dovrebbe essere ottimista riguardo il possibile ritorno a Milanello di Carletto.

FIDUCIA ILLIMITATA – Il ritorno al Milan sarebbe indubbiamente un’avventura molto diversa rispetto a quella di Madrid. Infatti, nel club rossonero Carlo Ancelotti avrebbe una fiducia illimitata in virtù del suo passato e del rapporto con il presidente Berlusconi.

NUOVO CICLO – Ancelotti potrebbe essere alla guida di un club prestigioso all’inizio di un nuovo ciclo, dunque avrebbe il tempo di sbagliare e non avrebbe la pressione di dover vincere.

LEADER INDISCUSSO – In virtù del suo grande carisma e palmares, non avrebbe problemi a gestire la piazza e lo spogliatoio e non si verificherebbero conflitti di potere, come invece accaduto a Madrid.

GLORIA ETERNA – La sfida si preannuncia complicata, ma qualora Ancelotti riuscisse nell’impresa di ripetere i trionfi del passato raggiungerebbe la gloria eterna e si confermerebbe il migliore allenatore a scala globale.

RUOLO DA MANAGER – Ancelotti inoltre grazie alla sua fama e allo spessore internazionale potrebbe ricoprire un ruolo da manager all’inglese e sarebbe ascoltato in tutte le decisioni da prendere.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *