Antonio Foccillo
No Comments

Rivoluzione Milan, chi parte e chi arriva

La rosa del diavolo andrà incontro a un profondo restyling, accompagnato da innesti di prospettiva, per lo più italiani.

Rivoluzione Milan, chi parte e chi arriva
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Ciro Immobile potrebbe approdare al Milan nella prossima stagione

Ciro Immobile potrebbe approdare al Milan nella prossima stagione

Sarà un mercato importante quello che attenderà il Milan. Parole targate Berlusconi e Galliani. In attesa di capire quali saranno i risvoli societari, il presidente rossonero promette una maggiore partecipazione nel club in termini soprattutto economici. Si parla di investimenti importanti, per un Milan che dovrà essere italiano e giovane a fronte di un massiccio restyling della rosa in attesa di conoscere il nuovo tecnico del diavolo.

CHI PARTE E CHI RESTA – Sono molti i calciatori che probabilmente lasceranno Milanello. A cominciare dal reparto arretrato, dove gli intoccabili sembrano solo i portieri per mancanza di offerte concrete. Diranno quasi sicuramente addio Mexes, in scadenza di contratto, Alex, corteggiato dal Santos e con loro Zapata, Albertazzi e Zaccardo. Da valutare Rami, unico difensore che potrebbe portare liquidità nelle casse e Bocchetti, che a gennaio era reduce da un lungo infortunio e potrebbe quindi giocarsi ancora le sue chance. Si ripartià da Paletta al centro della difesa e dai terzini scuola Milan Abate, Antonelli e De Sciglio, con quest’ultimo chiamato al salto di qualità definitivo, non avvenuto in questa stagione. A centrocampo sicuri gli addi di De Jong, Essien e Muntari, con quest’ultimo già fuori dal progetto tecnico di Inzaghi da alcune settimane. Si valuterà un rinnovo del prestito di Van Ginkel, mentre sicuri del posto sono capitan Montolivo, Poli e Bonaventura, probabilmente l’unica nota positiva di questo Milan. In attacco c’è parecchio affollamento e qui verranno fatte le riflessioni  più importanti. Pazzini in scadenza non rinnoverà, così come è da valutare il riscatto di Destro, ritenuto troppo alto. Menez, autore di 16 goal, ha varie richieste dall’estero, Monaco su tutti e potrebbe risultare un’importante plusvalenza da mettere a bilancio. El Shaarawy probabilmente avrà l’ultima stagione di credito, così come Cerci, in prestito fino all’estate del 2016. Da valutare la permanenza di Suso, quasi scontata quella di Honda, soprattutto per i noti accordi commerciali in ottica merchandising, ma giocatore che, se riportato nel suo ruolo di trequartista, potrebbe ben figurare.

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI – I reparti che dovranno maggiormente essere rivisti sono quello difensivo e la mediana. Serviranno almeno due difensori centrali e un terzino, profili interessanti potrebbero essere Tonelli e Mario Rui dell’Empoli, mentre all’estero attenzione alla situazione di Marc Bartra del Barcellona che potrebbe liberarsi per appena 10 mln di euro. A centrocampo serviranno nuova linfa e piedi buoni, forte la candidatura di Bertolacci, in comproprietà tra Genoa e Roma. Se con Preziosi ci sarebbe già un principio d’accordo, è con il club capitolino che sarà difficile trattare, vista anche la questione Destro ancora da risolvere. Baselli è l’altro nome su cui potrebbero concentrarsi le attenzioni di Gallini, già cercato a gennaio e probabilmente destinato al Milan. Occhio anche al Parma, dove Josè Mauri potrebbe essere un innesto di prospettiva e a bassissimo prezzo, concorrenza della Juventus permettendo. In attacco il nome più in voga è quello di Ciro Immobile che potrebbe ritrovare Cerci e riformare la coppia goal del Torino dello scorso campionato. Possibilità di arrivare in prestito dal Borussia Dortmund molto concreta, ma anche qui ci sarà la concorrenza di Fiorentina, Inter e Liverpool.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *