Kevin Brunetti
No Comments

Playoff Nba: Golden State vince Gara 1 di misura. Houston, we have a series

Gara 1 delle Western Conference Nba Finals stabilisce il primo vincitore della battaglia tra Curry e Harden. Stanotte è toccato all'MVP, ma la prossima?

Playoff Nba: Golden State vince Gara 1 di misura. Houston, we have a series
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sono cominciate questa notte le Western Conference Nba Finals, e come da previsioni è andato subito in scena il primo capitolo di una battaglia avvincente: James Harden contro Steph Curry, il “Barba” contro l’MVP… E Gara 1 si è chiusa a favore di quest’ultimo, nonostante gli impressionanti numeri del #13 dei Rockets. Chi si aspettava però un dominio assoluto di Golden State è stato smentito: 110-106 il risultato finale: “Houston, we have a series” [semicit.]

James Harden, non basta la sua tripla doppia sfiorata per portare gara 1 delle Western Conference Nba Finals a Houston

James Harden, non basta la sua tripla doppia sfiorata per portare gara 1 delle Western Conference Nba Finals a Houston

DUELLI – Come detto, il duello più avvincente della notte è stato senz’altro quello tra James Harden e Steph Curry, ma non hanno lasciato a desiderare neppure quelli tra Harrison Barnes e Trevor Ariza e tra Draymond Green e Josh Smith. Nottata di duelli quindi che ha visto i Rockets tener fede al loro nome con una partenza a razzo che li ha proiettati sul 31-24 a fine primo quarto. Campanello d’allarme spento prontamente nel secondo quarto da uno Shaun Livingston in forma eccezionale: a fine partita per lui il tabellino recita 18 punti, 7 rimbalzi, 3 assist e una palla rubata. I punti dalla panchina che hanno guidato la rimonta del secondo periodo infatti sono quasi tutti targati Livingston, fino al 51-47 per i Rockets… Da là in poi ci hanno pensato gli “Splash Brothers”: Curry e Thompson in rapida successione infatti hanno completato la rimonta e portato Golden State all’intervallo in vantaggio per 58-55.

HARDEN NON BASTA – Il secondo tempo dei Rockets si riassume così: un Harden in grande spolvero sfiora la tripla doppia mancandola per un solo assist, mentre tra i compagni Ariza è l’unico che prova a dare una mano. Nel frattempo Howard è un fantasma in attacco e Josh Smith… Sarebbe meglio che lo fosse, perchè finisce con il tirare un brutto 30% dal campo, a cui rimedia solo parzialmente con 7 rimbalzi e 5 assist. Non può però bastare il solo Harden a ribaltare una partita contro questi Warriors che infatti gestiscono il vantaggio mantenendo più o meno sempre due possessi di vantaggio, e infine conducendo la gara in porto per la prima vittoria di queste Semifinali di Western Conference Nba.

TABELLINO:

Golden State: Curry 34, Livingston 18, Thompson 15, Barnes 14, Green 13 Assist: Green 8 Rimbalzi: Green 12

Houston: Harden 28, Ariza 20, Smith 17 Assist: Harden 9 Rimbalzi: Howard 13, Harden 11

PAGELLE:

Per i vincitori il migliore in campo è come di consueto Steph Curry (8), ma un riconoscimento particolare va fatto a Livingston (7,5) capace di mettere insieme 18 punti, 7 rimbalzi e 3 assist nei suoi 28′ in campo. Menzione particolare anche per Harrison Barnes (7) che in questi Playoff sta tirando con una percentuale addirittura oltre il 50%, sottovalutato. Bene poi ovviamente Draymond Green (7,5) mentre è sottotono Klay Thompson (5). Per Houston gli unici che si salvano sono Harden (8) e Trevor Ariza (7), fioccano insufficienze tra i giocatori da cui ci si aspettava un contributo nettamente maggiore. Gli esempi sono Howard (5), Josh Smith (5,5) e Jason Terry (5). Difficile battere una squadra compatta come questi Warriors giocando 2 vs 5, in Gara 2 servirà un netto cambio di direzione.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *