Kevin Brunetti
No Comments

Playoff Nba: keep calm and pass to Curry, Warriors avanti 3-2

Gara 5 non cambia l'inerzia di questa serie Playoff, privi di Tony Allen i Grizzlies crollano alla Oracle Arena di Oakland sotto i colpi di Steph Curry

Playoff Nba: keep calm and pass to Curry, Warriors avanti 3-2
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Vittoria di 17 punti in Gara 4 e di 20 in Gara 5, i Golden State Warriors hanno deciso che questa serie Playoff è durata fin troppo e adesso cercheranno il matchpoint in Gara 6 a Memphis. Dopo due sconfitte pesanti nelle prime tre partite della serie, Coach Kerr sembra aver trovato le contromisure adatte per fronteggiare i lunghi dei Grizzlies e il ritorno in campo di Mike Conley.

David Lee e Andre Iguodala, entrambi decisivi dalla panchina in questa Gara 5 di Playoff Nba

David Lee e Andre Iguodala, entrambi decisivi dalla panchina in questa Gara 5 di Playoff Nba

ASSENZE PESANTI – Che per Memphis sarebbe stata una partita tosta era chiaro dal principio, ma una volta resa ufficiale l’assenza di un difensore tenace come Tony Allen… Le speranze dei Grizzlies erano ridotte al lumicino già dal 1′. Allen è stato infatti senz’altro tra i migliori in questa serie, probabilmente il migliore sul piano difensivo, e la sua assenza come prevedibile è pesata moltissimo. Nonostante questo però i primi due quarti hanno messo in mostra tutta la tenacia dei Grizzlies, capaci di una partenza a razzo che li aveva catapultati addirittura sul 23-10 a metà primo quarto, salvo poi cedere sotto i colpi di Curry e compagni. Anche dopo aver subito la rimonta però Memphis è rimasta compatta e tenace, dimostrandosi in grado di tenere la gara sul 26-25 a fine primo quarto, e di restare in partita anche all’intervallo, sotto di soli tre possessi sul punteggio di 49-41 per Golden State.

VOLATA WARRIORS – Dopo la momentanea volata iniziale però Memphis non è più tornata in vantaggio, la Oracle Arena di Oakland si è confermata un fattore importantissimo per le ambizioni di Golden State, spingendo i propri beniamini alla volata che li ha portati a toccare il +17 alla fine del terzo quarto sul risultato di 74-57. Da segnalare l’importanza della panchina Warriors, sono stati infatti decisivi Andre Iguodala e David Lee, il primo con i suoi 16 punti e 7/10 al tiro, il secondo con il suo lavoro a rimbalzo che gli ha permesse di annullare o quasi l’apporto sotto al ferro di un mastino come Zach Randolph. Il quarto conclusivo ha avuto ben poco da aggiungere a quanto già visto, tante seconde linee in campo e Gara 5 consegnata di fatto in mano a Golden State. Adesso Warriors e Grizzlies si giocheranno tutto in Gara 6 a Memphis, i primi per trovare il matchpoint, i secondi per tenere vivo il sogno Finals… E più questa serie va avanti, più ci viene l’impressione che chiunque esca vincitore a fine anno si metterà al dito l’anello Nba.

TABELLINO:

GOLDEN STATE: Thompson 21, Curry 18, Iguodala 16, Barnes 14 Assist: Green 9 Rimbalzi: Bogut 9

MEMPHIS: Gasol 18, Randolph 13, Conley 13 Assist: Gasol 6 Rimbalzi: Gasol 12, Randolph 10

PAGELLE:

 Per Golden State il migliore è sempre lui, Steph Curry (7,5) guida tutti e si conferma per l’ennesima volta leader assoluto della squadra di Oakland. Dopo di lui si riscattano Klay Thompson (6,5), ma soprattutto Iguodala (7) e David Lee (7), il primo domina la scena con 16 punti e una serata al tiro quasi perfetta, il secondo quando in campo cancella completamente Z-BO dalla casella rimbalzi, mica male per uno considerato finito appena due settimane fa. Per Memphis il migliore è Marc Gasol (6,5), non una grande serata al tiro, ma guida tutti i suoi compagni nelle categorie punti, assist e rimbalzi… E che gli vuoi dire a uno così? Meno bene del solito Randolph (5,5) che paga moltissimo la presenza di Lee, così come Conley (5,5) che senza Tony Allen sembra non rendere al meglio.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *