Davide Luciani
No Comments

Giro d’Italia: presentazione sesta tappa

Percorso poco impegnativo quello che condurrà o viclisti da Montecatini a Castiglione della Pescaia

Giro d’Italia: presentazione sesta tappa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
lia Viviani, vincitore della seconda tappa del Giro

Elia Viviani, vincitore della seconda tappa del Giro

La sesta tappa del Giro d’Italia sarà un percorso di 183 chilometri che con partenza Da Montecatini Terme e arrivo a  Castiglione della Pescaia.

LA TAPPA
Rispetto alle ultime due tappe, la sesta può considerarsi una passeggiata salutare. I primi 80 km che attraversano il territorio pisano per giungere alle Colline Metallifere sono sostanzialmente pianeggianti. Proprio in questo tratto c’è l’unica, vera “sgobbata”, con un GPM di quarta categoria, il Pomarance. Superato questo breve tratto Poi solo una breve serie di saliscendi per una 30 chilometri prima dei 40 finali, totalmente pianeggianti che poteranno i ciclisti ad attraversare la campagna maremmana.

CURIOSITA’
Il ricordo più forte per il ciclismo legato a Montecatini Terme è il Mondiale fiorentino: da Montecatini partirono la cronosquadre e la crono individuale maschile.
Tanti gli arrivi e le partenze del Giro d’Italia nella città delle terme: il traguardo più recente è stato nel 2012 con la vittoria di Roberto Ferrari in uno sprint segnato da una mega caduta.
Castiglione della Pescaia ospiterà per la prima volta un arrivo di tappa del Giro: da qui è però partita la tappa del Giro del 1994 vinta poi in volata da Jan Svorada a Pontedera.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *