Edoardo Baracco
No Comments

Montella-Tifosi-Società: a Firenze qualcosa ha fratto crack

Strappo netto tra Montella e tifosi, divergenze anche con esponenti della dirigenza. Probabile un suo addio a fine stagione

Montella-Tifosi-Società: a Firenze qualcosa ha fratto crack
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

5-0 tra Fiorentina e Siviglia, passivo pesante, forse troppo e al novantesimo ecco che parte la contestazione dei tifosi: detto fatto, Montella in conferenza stampa fa partire quella che volgarmente a Firenze viene chiamata “bambola”. Caos, qualcosa tra l’allenatore campano ed una parte dei tifosi si è spezzato e l’impressione è che neanche il più resistente dei superattack possa riassemblare questa profondissima crepa. “I tifosi non capiscono la reale dimensione di questa squadra, hanno perso qualche giocatore importante stasera“, questo l’attacco, o meglio, la risposta a tono di Vincenzo ai fischi del Franchi.

Situazione delicata non solo con i tifosi ma anche con la società. Era già dalla scorsa estate che qualcosa tra lui e alcuni massimi esponenti del club di Via Manfredo Fanti si sia inceppato: opinioni contrastanti, scelte di mercato sbagliate e acquisti non condivisi, le opzioni sono tante. Il rapporto tra club e tecnico non può andare avanti se non c’è la giusta armonia, non esiste cosa peggiore di una mancata sintonia tra società e allenatore per svolgere un campionato in modo sereno.

Il lavoro svolto fin qui da Montella è stato di alto livello, ha raggiunto risultati incredibili con un complesso di squadra mai al 100% causa infortuni ripetuti: una finale di Coppa Italia, quarti di finale di Europa League lo scorso anno e semifinale quest’anno, un terzo posto sfiorato alla prima in viola, due quarti posti di fila, un’altra semifinale di Coppa Italia e il mitologico 4-2 in casa con la Juventus sono traguardi impressionanti per una squadra che era stata ripresa per i capelli da una Serie B quasi toccata con mano.

Probabilmente questa storia d’amore, per quanto bella o brutta che sia (questioni di punti di vista), è quasi arrivata al capolinea. Le offerte a Vincenzo non mancano e in riva d’Arno è già partito il toto allenatore con Di Francesco in pole position. Aspettiamo Giugno per emettere verdetti, ma l’impressione è che ci siano strappi troppo grossi da sanare per poter continuare.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *