Marco Scipioni
No Comments

Wanda Group o Mr Pink? I due candidati di Xi Jinping per l’acquisto del Milan

Per un Mr. Bee Taechaubol ormai defilato, si aprono due piste cinesi per il Milan del futuro con un promotore d'eccezione, Xi Jinping, Presidente della Repubblica Popolare Cinese.

Wanda Group o Mr Pink? I due candidati di Xi Jinping per l’acquisto del Milan
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Xi JinpingNonostante la pista che portava  al broker thailandese, Mr. Bee Taechaubol, sia quasi completamente tramontata, non si placano le voci di un’imminente cessione del Milan. Il Presidente del club rossonero, Silvio Berlusconi, infatti, avrebbe ricevuto in conference call due proposte particolarmente allettanti, ma non dai diretti protagonisti, quanto da un intermediario d’eccezione: il Presidente della Repubblica Popolare Cinese, Xi Jinping.

WANDA GROUP O POE QIU YING WANGSUO – Nella lista presentata da Xi Jinping sono presenti due nomi, molto facoltosi, e disposti ad acquisire il Milan, ma anche interessati ad altri asset di proprietà di Silvio Berlusconi, Mediaset e Fininvest: Wanda Group e Poe Qui Ying Wangsuo, detto Mr. Pink. Per quanto concerne il colosso immobiliare, Wanda Group che, stando agli ultimi calcoli, detiene un patrimonio di circa 75 miliardi, è interessata ad entrare nel calcio europeo e il Milan sarebbe un investimento ancora più gradito, in quanto permetterebbe la costruzione dello Stadio di proprietà, rilanciando così il valore del Milan. Wanda Group, però, non è nuova ad ingressi nel calcio, infatti, detiene il 20% dell’Atletico Madrid, acquistato per 45 milioni di euro. Per quanto riguarda il secondo candidato proposto da Xi Jinping, Mr.Pink, proprietario dell’azienda Kings International Investment Group, ha un patrimonio stimato in 3 miliardi di euro circa.

BERLUSCONI FRENA, SERVONO GARANZIE – Nonostante le piste possano sembrare molto concrete, al momento il Presidente rossonero, Silvio Berlusconi, frena e non si crea facili entusiasmi: servono garanzie. Sono principalmente due i punti su cui il leader di Forza Italia non transige: il Milan deve essere stabilmente ai vertici del calcio europeo e gli investimenti stagionali devono essere di almeno 200 milioni di euro. Dunque, al momento, l’ipotesi più probabile per il futuro del club rossonero è l’ingresso di un nuovo socio con una quota di minoranza, per poi incrementare sempre di più la propria partecipazione all’interno del Milan, a seconda delle garanzie e delle certezze offerte a Berlusconi.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *