Redazione

Mercato Milan, per la difesa spunta la novità Ricardo Carvalho. Ecco l’offerta per Yanga-Mbiwa

Mercato Milan, per la difesa spunta la novità Ricardo Carvalho. Ecco l’offerta per Yanga-Mbiwa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il giocatore rientra nella complessa trattativa con il Real, che vede in ballo anche Kakà e Diarra. Choc Real: sfiorata la bancarotta. Sul fronte Yanga-Mbiwa, i rossoneri hanno presentato ufficialmente un’offerta.

MILANO, 25 LUGLIO – I contatti fra Galliani e Perez sono più che mai accesi in queste ore roventi del calciomercato. L’AD rossonero sfrutta al meglio la sua prolungata amicizia col presidente madrileno per intavolare una serie di trattative. Si continua a discutere e a trattare su più fronti: oltre ai già noti Kakà e Diarra, ora si inserisce anche l’esperto difensore R. Carvalho, tenuto d’occhio da tempo da Galliani, ora molto di più che una semplice ipotesi. Dopo aver accarezzato la bancarotta si ammorbidiranno le pretese di Florentino Perez?

IL RITORNO DI KAKÀ, AVRÀ UN RUOLO DECISIVO BERLUSCONI? – Le premesse per un incredibile ritorno del trequartista ci sono tutte, Nocerino ha liberato la maglia 22, la storica maglia indossata proprio dal brasiliano durante i tempi d’oro con i rossoneri e le dichiarazioni d’amore, mai terminato fra Kakà e il Milan, di Galliani non lasciano dubbi. Inoltre, proprio in questi ultimissimi giorni, l’ex Pallone d’oro ha respinto un’offerta del Corinthians ed ha espressamente manifestato il desiderio di rimanere in una big europea. Kakà nonostante si sia trasferito a Madrid tre anni orsono, ha lasciato il suo cuore a Milano, e mantiene ottimi rapporti con Berlusconi, il vero asso nella manica di via Turati, da sfoderare per abbassare le pretese del Real, 20 milioni, per ottenere dal brasiliano un sconto sull’ingaggio, e infine per tenere alla larga un Paris Saint-Germain sempre in agguato. Tuttavia, sarà ancora tutta da verificare la conciliabilità del brasiliano con gli ingranaggi di gioco rossoneri.

DIARRA, IL PROBLEMA DELL’INGAGGIO – Lassana Diarra è certamente uno dei pallini di Allegri da lunghissimo tempo. Il Real è pronto anche a cederlo praticamente a costo zero, tenendo conto che la scadenza di contratto (giugno 2013) oramai incombe. Sembra dunque che ci siano tutte le condizioni affinché questa trattativa vada in porto. Invece sono sorti altri problemi. E’ il francese di origini maliane, con le sue richieste di ingaggio eccessive, il vero ostacolo al buon esito della trattativa. Pretende di guadagnare più dei 4 milioni attualmente percepiti a Madrid, cifra totalmente fuori portata per il Milan.


DIFESA: YANGA-MBIWA E’ IL PRESCELTO, MA RIMANGONO APERTE ALTRE STRADE – Sarà dura piegare le resistenze del caparbio presidente dei campioni francesi del Montpellier, Louis Nicollin, ma i dirigenti milanisti sapranno con la loro astuzia e la loro maestria strappare un pezzo pregiato dell’argenteria di casa Montpellier? La prima offerta ufficiale, recapitata nelle ultimissime ore ai francesi, prevede circa 6,5 milioni di euro per il club e un quinquennale da 1,5 milioni a salire sino ad 1,8 milioni fino al termine del contratto per il giocatore, con il quale l’accordo oramai è cosa fatta da tempo. Sarà difficile rifiutare  un’offerta non stratosferica, ma irrinunciabile, visto l’imminente pericolo di vedersi sfuggire sotto gli occhi il difensore a giugno 2013, senza aver raggranellato nemmeno un euro. Ma il Milan non vuole farsi trovare impreparato ed allora continua a sondare altre piste. Se la trattativa dovesse naufragare, c’è già pronto un piano B: Ricardo Carvalho o come ultima opzione Stéphane Mbia. Il difensore centrale portoghese certamente non corrisponde alla nuova filosofia, incentrata sul potenziamento di giovani talenti, vedi De Sciglio, ma sicuramente può rivelarsi un utile rinforzo di esperienza in supporto a giocatori, ad esempio Acerbi, alla prima avventura in una grande squadra, e per un reparto che si è ritrovato sguarnito in pochi mesi dagli addii shock di Nesta e Thiago Silva. Come detto poc’anzi, c’è anche un misero spiraglio per vedere in rossonero Mbia, classe ’86, giocatore eclettico, impiegabile oltre che nel suo ruolo naturale di centrale difensivo anche come mediano, per il quale l’Olympique Marsiglia ha sborsato ben 12 milioni per ottenerlo dal Rennes nella stagione 2009/2010.

a cura di Alessandro Zuglian

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *