Matteo Masum
No Comments

Roma: prima la fine della pagliacciata, poi la resa dei conti

La situazione è ormai in mano ai calciatori, i principali responsabili di questa stagione vergognosa

Roma: prima la fine della pagliacciata, poi la resa dei conti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

È una Roma allo sbando quella che si appresta allo scatto finale per la conquista del secondo posto. La sconfitta contro il Milan, resa meno drammatica dal pareggio del Napoli e dal KO della Lazio, ha di nuovo evidenziato i limiti attuali di una squadra che sembra non avere più energie fisiche, mentali, né. motivazioni per affrontare adeguatamente le ultime partite della stagione. Ciò che però suscita maggiore scalpore nella tifoseria, e la totale arrendevolezza da parte della società e soprattutto di Garcia difronte a un gruppo che si rifiuta categoricamente di guardare in faccia le proprie responsabilità.

RITIRO O NO? – La giornata e mezza di riposo concessa da Garcia, nonostante i giocatori si riposino da Gennaio, suona come un ultimo tentativo da parte del tecnico francese per restare legato al gruppo. Ma questa non è la strada giusta. Sarebbe necessario, da parte di Garcia, l’uso del pugno di ferro, perché evidentemente la rosa della Roma è composta da elementi dotati di scarso carattere e poca voglia di affrontare il momento di difficoltà con maturità. Invece, so continua a seguire la linea morbida; anche sul tema del ritiro, probabilmente i calciatori otterranno un alleggerimento della sanzione punitiva (ritiro a Roma, e forse alternato). L’ennesima presa in giro nei confronti dei tifosi.

LA SOCIETÀ DOVE STA? – La dirigenza, in tutto questo, sembra ancora più impotente di Garcia. L’atteggiamento di Baldissoni e soci è agli antipodi rispetto alla furia con cui De Laurentiis annunciò il ritiro del Napoli dopo il KO con la Lazio. Un segnale di resa, a dimostrazione del fatto che sono i calciatori ad avere in mano la situazione. Proprio loro, sui quali ricade la maggiore responsabilità per la fallimentare stagione.

E ORA? – Come ha detto Garcia, è suonata la campanella dell’ultimo giro. Per fortuna della Roma, Lazio e Napoli continuano a regalare punti a destra e a manca, e dunque, nonostante tutto, i giallorossi sono padroni del proprio destino. Ora serve l’ultimo sforzo per strappare il secondo posto, poi sarà necessario un confronto serio tra tutte le parti in causa. Perché la pagliacciata di questa stagione non deve conoscere un seguito altrettanto vergognoso.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *