Massimiliano Riverso
No Comments

Cazzate€Mercato: Cavani l’enigmista, Moggi la carta vincente per Dybala e le nomination di Ferrero

Cavani e la Juventus, i dettagli di un'operazione complicatissima. Il ruolo di Moggi nell'operazione Dybala e il post Sinisa Mihajlovic alla Samp

Cazzate€Mercato: Cavani l’enigmista, Moggi la carta vincente per Dybala e le nomination di Ferrero
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Cavani, Dybala. La Juventus sta monopolizzando il baraccone del calciomercato, come potete constatare navigando sulle pagine delle principale testate giornaliste sportive e non. Resto della personale convinzione che il matrimonio tra la Juventus e Cavani non s’ha da fare, nonostante la partita sia aperta a molteplici soluzioni. Le incognite principali sono rappresentate dalle posizioni di Ibrahimovic, Lavezzi e Pastore, tutti e tre in scadenza di contratto nel 2016 e possibili partenti nel mercato di giugno e dagli addii quasi annunciati di Maxwell e Thiago Motta. Tanta carne al fuoco che potrebbe interessare da vicino le due milanesi, in particolare per Ibra (sponda Milan) e la coppia Lavezzi-Thiago Motta (sponda Inter). Da non sottovalutare neanche il ruolo dell’Atletico Madrid, che potrebbe cedere Griezmann al Chelsea per 60 milioni di euro e avere quel tesoretto per puntare tutto sul Matador.

Capitolo Dybala. La Juventus ha sorpassato per l’ennesima volta Inter e Milan nella corsa al talento di Laguna Larga, 30 milioni di euro cash la proposta rispetto ai 28 delle milanesi. Zamparini, amico di lunga data di quel Moggi che si vocifera sembra ancora fare da consigliere alla Juventus degli Agnelli, sembra finalmente convinto e indirizzato a cedere il suo gioiello proprio alla Fiat del calcio, inoltre la sanzione FIFA nei confronti dell’Inter e il nuovo ruolo della Doyen Sports nel mercato rossonero (oggi Brahimi, le cui azioni sono gestite dal noto fondo di investimenti, ha confermato l’interesse del Milan) sembrano remare a favore della Vecchia Signora.

Chiudiamo con la Sampdoria. In attesa che si sblocchi la situazione di stallo tra Benitez e De Laurentiis, con Mendes che sta facendo da spola tra Napoli e Parigi (incontro per Di Maria), il presidente Ferrero e il suo entourage avrebbero allargato la lista dei possibili sostituti di Sinisa Mihajlovic. Resistono in prima fila  le monoposto di IachiniSarri, scendono le quotazioni di Paulo Sousa, mentre nella top four si inserisce una new entry inaspettata, ovvero Walter Zenga. A chiudere Di Francesco e Mandorlini. Una situazione paradossale e confusa, come le ultime uscite del presidente più pittoresco della Serie A.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *