Gianpiero Farina
No Comments

Roma-Milano: sfida tra amicizie, rivalità e classifica

Incroci tra milanesi e romane in questo fine settimana

Roma-Milano: sfida tra amicizie, rivalità e classifica
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Roma-Milano è una delle tipiche rivalità tutte italiane. Tra un “c’avete solo la nebbia” e un “Roma Ladrona”, il tutto si sposta sui campi di calcio. E, proprio in queste fine settimana, romane e milanesi si troveranno di fronte.

IL GEMELLAGGIO – Ovviamente non si può dimenticare la grande amicizia e lo storico gemellaggio tra laziali ed interisti più volte testimoniato con coreografie, striscioni e OH NOO verso i rivali cittadini in lotta per lo scudetto. Ma sull’asse Roma-Milano si ricordano sfide scudetto come quelle tra Milan e Lazio nella stagione 1998/1999 e tra i rossoneri e la Roma nell’annata 2003/2004, entrambe ovviamente condite dalle solite ed immancabili polemiche arbitrali. Purtroppo la rivalità, il 4 giugno 1989, si è anche sporcata di sangue con la morte di Antonio De Falchi, diciannovenne tifoso romanista, morto di paura dopo un agguato di un gruppo di supporters milanisti. Pagine tristi che toccano più la delinquenza che il calcio.

IL DISTACCO CHE NON T’ASPETTI – Negli anni passati le milanesi lottavano per grandi traguardi mentre alle romane, molte volte, restava solo il derby per salvare la stagione. Bene nella stracittadina giocata recentemente tra Milan e Inter, la sensazione è stata proprio quella della partita della vita, dell’ultima chance per dare un senso ad un campionato avaro di soddisfazioni. Le due romane invece sono in piena lotta tra di loro per il secondo posto e hanno un vantaggio in classifica sulle meneghine ampio e, in parte, anche inatteso. Ma Milan e Inter avranno in questo weekend l’insolito ruolo di giudici e di arbitri potendosi togliere lo sfizio di fermare la corsa di una delle due favorendo di conseguenza l’altra. Roma-Milano: la Champions League passa anche da questa strada.

Gianpiero Farina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *