Roberto Cusimano
No Comments

Aleix Vidal, il castigatore dei viola

Il centrocampista classe '89 è stato decisivo nella gara vinta dal Siviglia contro la Fiorentina. Capace di svolgere sia la fase offensiva che quella difensiva, ieri sera ha riscoperto il gusto del gol

Aleix Vidal, il castigatore dei viola
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ieri sera gli abbiamo visto giocare forse la miglior partita della carriera, non aveva mai segnato una doppietta e purtroppo per i colori italiani ha scelto la serata meno adatta. Parliamo del centrocampista catalano Aleix Vidal Parreu, che senza dubbio è stato il protagonista della gara vinta dal suo Siviglia per 3-0 sulla Fiorentina nell’andata della semifinale di EL. Sua la rete che ha aperto le danze al 17′, suo anche il raddoppio all’inizio della ripresa e il passaggio decisivo che ha innescato Gameiro, autore della terza rete.

Aleix Vidal con la maglia dell'Almeira, squadra in cui è esploso.

Aleix Vidal con la maglia dell’Almeira, squadra in cui è esploso.

LA CARRIERA – Debutta nella Tercera División spagnola nel 2008 con la maglia dell’Espanyol B giocando appena due gare ma l’anno seguente ha la possibilità di giocare nella Super League greca con la maglia del Panthrakikos. Viene impiegato poco, non riesce ad ambientarsi e di conseguenza torna in Spagna. La sua vita professionale cambierà nel 2011/12, quando decide di trasferirsi all’Almeria in Segunda División e tenta con il club andaluso la scalata verso la Liga. Il primo anno non ci riesce ma il secondo sarà quello fortunato. Aleix Vidal comincia a giocare con più continuità e le sue prestazioni contribuiranno alla promozione nella massima serie. Sempre con la maglia biancorossa disputa un’ottima stagione a livello personale: trentotto gare e sei reti in campionato, di cui due nelle ultime gare che permetteranno alla squadra di salvarsi all’ultima giornata. Poi la chiamata da parte del Siviglia e il trasferimento in un club decisamente più ambizioso che gli sta tuttora permettendo una maggiore crescita e l’acquisizione di più esperienza in campo internazionale.

UN COGNOME DA CAMPIONE – Quando parliamo genericamente di Vidal la stragrande maggioranza dei nostri interlocutori si ricollega al centrocampista cileno della Juve Arturo, molto più famoso del Vidal spagnolo. I due però sono molto diversi tra loro, a parte la nazionalità diverse sono le loro età (seppur di poco), il ruolo che ricoprono in campo e l’esperienza che hanno acquisito nella loro carriera da calciatori. Aleix Vidal compirà tra poco 25 anni e per lui il Siviglia rappresenta la prima grande squadra. Inoltre nasce come esterno offensivo dotato di buona tecnica e tanta corsa che all’occorrenza può giocare come terzino, una sorta di Florenzi per rendere l’idea. Ma se fino a ieri il calciatore spagnolo passava inosservato, all’indomani di una doppietta in semifinale di Europa League le sue quotazioni si sono decisamente alzate perché ha dimostrato finalmente le sue qualità, quelle cui il Siviglia ha creduto fin dal giugno 2014 quando pagò 3 milioni all’Almeria pur di assicurarselo. Adesso vale almeno il doppio e difficilmente la squadra di Emery deciderà di privarsene.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *