Giulia Cassini
No Comments

Haunted House, a Milano presenze spettrali nell’arte

L'inquietudine avvampa in una gabbia dorata

Haunted House, a Milano presenze spettrali nell’arte
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Haunted House Robert Gober Untitled

Haunted House Robert Gober Untitled

” Haunted House ” già da lontano fa scaturire una riflessione. E allora cosa c’è di più materiale e rassicurante di una foglia d’oro per coprire l’immateriale e l’inquietudine? E’ il caso non solo della Haunted House tutta d’oro compresi infissi e grondaie,della nuova sede della Fondazione Prada (largo Isarco 2, aperta dal 9 maggio tutti i giorni dalle 10 alle 21, ingresso 10€, gratuito sotto i 18 e sopra i 65 anni ) che viene consacrata come nuova mecca dell’arte internazionale con gli edifici preesistenti e tre nuove costruzioni in dialogo tra loro nel sempre amabile gioco degli opposti, dal cemento alla pietra, dai sampietrini in legno contro quelli tradizionali, dall’oro alla ruggine. Se poi all’interno di Haunted House salite nell’elevatore a gabbia fino al quarto piano vedrete attraverso la grata il rincorrersi delle scale in pietra, le strutture portanti in ferro e in acciaio fino al legno del controsoffitto e alle vetrate che si allargano su Milano vista dall’alto con la sua rassicurante Torre Velasca.

LE SALE – A dir la verità di rassicurante in Haunted House c’è ben poco, il perchè lo dice lo stesso binomio, cioè “casa infestata dagli spettri”. E cosa c’è di più disturbante dei lavori di Robert Gober e di Louise Bourgeois? Ai piani superiori della Haunted House lavori storici come “Untitled” (1993-1994) di Gober e come “Untitled Wallpaper” (1995-2015) che riveste il secondo piano dove tocca le relazioni umane, la natura e la religione. In Haunted House è rappresentato soprattutto il lavoro di Gober, denso di suggestioni legate all’infanzia e al corpo, ma due opere della Bourgeois rendono bene il parallelo riuscendo a convincere: sono l’installazione circolare di porte e grate di ferro popolate da creature fantoccio e di oggetti, come la vecchia lampada, appartenenti alla stessa artista del 1996 titolata “Cell (Clothes)” e una debordante scultura in tessuto del 1996 “Single III”.

Haunted House alla fine proprio una gabbia dorata non è!

Fondazione Prada, Milano Largo Isarco 2, tel 0256662611 Installazione permanente

Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 21 Biglietti Fondazione: intero 10 euro, ridotti 8 euro, gratuito under 18 e over 65 e diversamente abili)

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *