Sanda Urda
No Comments

Moto3 Jerez, KTM: first step nei test

Anche il paddock dei più "piccoli" nel mondiale è sostato a Jerez per una giornata di test unofficial

Moto3 Jerez, KTM: first step nei test
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Moto 3, classe cadetta del motomondiale è rimasta a Jerez de la Frontera per poter testare propri elementi ma anche i nuovi pneumatici ridimensionati (l’anteriore ha un profilo diverso, dal 95/75 attuale, a 90/80) e una nuova mescola per il posteriore chiamata M1 (evoluzione della media scesa in pista domenica in gara), portate dalla casa di Dublino, unico fornitore gomme Moto3, per migliorare il grip.

Un importante cambiamento di questa stagione permette un solo aggiornamento del telaio e del forcellone, ma sopratutto, tali evoluzioni devono essere disponibili per tutti i piloti della  stessa marca (ufficiali e satellite).

Così, la prima casa a fare il passo, KTM, ha messo a disposizione di Miguel Oliveira e Brad Binder (KTM RedBull Ajo) e Romano Fenati (Sky Racing Team VR46), le nuove componenti. Purtroppo a fine giornata i tre hanno bocciato il nuovo materiale che non si vedrà al #FranceGP tra due settimane.

In Honda, per Danny Kent (Leopard Racing), il leader del mondiale e gli altri piloti non hanno ricevuto grosse novità concentrandosi sul set-up dei propri mezzi. Chi ha riscontrato problemi di cambio e frizione in gara [ Enea Bastianini (Gresini Racing Team moto3) e la copia SAXOPRINT RTG (John McPhee e Alexis Masbou)] hanno approfittato della giornata di test per cercare soluzioni.

Stefano Manzi del San Carlo Team Italia (Moto 3).

Stefano Manzi del Team San Carlo Italia (Moto 3).

Il team San Carlo Italia ha mandato in pista la coppia di connazionali Stefano Manzi e Matteo Ferrari in sella alla Mahindra TEST. I due hanno testato un aggiornamento del telaio e un nuovo sistema di scarico con esito positivo. Andrea Migno e Alessandro Tonnuci sono incappati in una caduta, mentre Jules Danilo (Ongetta Rivacold) disturbato da noie meccaniche.

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *