Roberto Cusimano
No Comments

5 motivi per trattenere Iachini sulla panchina del Palermo

L'allenatore dei rosanero ha disputato un'ottima stagione, basterà questo per confermarlo sulla panchina del Palermo?

5 motivi per trattenere Iachini sulla panchina del Palermo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il tecnico marchigiano classe ’64 Giuseppe Iachini, con un passato anche da giocatore, siede sulla panchina del Palermo dal 25 settembre 2013, giorno in cui venne chiamato da Zamparini per sostituire Rino Gattuso i cui risultati ottenuti nelle prime giornate del campionato scorso (in Serie B) furono tutto piuttosto che esaltanti. Quali sono i motivi per cui bisogna puntare ancora sull’allenatore ex Siena e Samp in vista della prossima stagione? Indichiamone i principali:

Mister Iachini portato in trionfo dopo la promozione in A

Mister Iachini portato in trionfo dopo la promozione in A

DALLA B ALLA A CON FACILITA’ – Iachini ha preso una squadra un po’ allo sbando che nelle prime sei giornate aveva collezionato tre sconfitte ed era inoltre stata eliminata in Coppa Italia dal Verona, ha cominciato ad inanellare una serie di risultati utili consecutivi e alla fine ha vinto il campionato con cinque turni di anticipo raggiungendo quota 86 punti (record storico assoluto) facendo sembrare semplice e scontata una promozione che dopo un mese di campionato non lo era affatto.

VALORIZZAZIONE DEI GIOVANI – E’ un tecnico serio, che sa lavorare con i giovani e soprattutto sa valorizzarli. La passata stagione il Palermo era stato trascinato dalle reti di Abel Hernandez (10), poi venduto da Zamparini ad una bella cifra, quest’anno invece sarà il turno di Dybala, il suo exploit (crediamo sia anche merito di Iachini che fin da subito gli ha dato fiducia) ha permesso non solo ai rosanero di arrivare lì dove sono ma scatenare su di lui un’asta che inevitabilmente farà guadagnare tanti milioni al presidente.

OBIETTIVO 50 PUNTI – Salire in Serie A e conquistare la salvezza con largo anticipo non è mai facile, nemmeno se sei il Palermo, cioè una squadra comunque abituata a giocare la massima serie ormai da una decina di anni. Iachini ha fatto mantenere ai suoi sempre la concentrazione elevata e solo nelle ultime settimane, a salvezza praticamente acquisita, la squadra si è un po’ rilassata portando a casa meno punti di quelli che avrebbe meritato. Ma l’allenatore è stato piuttosto chiaro: “voglio arrivare a 50 punti”, attualmente i siciliani ne hanno 43 e mancano quattro gare quindi l’obiettivo sulla carta è raggiungibile.

FEELING DYBALA-VAZQUEZ – Se l’effetto Iachini si è fatto sentire poco nel reparto difensivo, ampio merito va dato al tecnico per quel che riguarda il tandem offensivo composto da Paulo Dybala e Franco Vazquez. I due hanno giocato tutte le gare della stagione riuscendo a creare un’intesa che non ha eguali in quasi nessuna delle altre squadre di A, i risultati si sono visti per gran parte della stagione tanto che hanno realizzato 20 reti complessive (più un numero imprecisato di legni) regalando ai tifosi tantissime belle giocate. Ultimamente segnano meno, ma possiamo perdonarli…

CONTRATTO FINO AL 2016 – L’anno prossimo andrà via Dybala ma Zamparini è stato chiaro: il Palermo userà quei soldi per rinforzarsi e proverà ad entrare in Europa perché è quello che richiedono i tifosi, è quello che vuole lo stesso Zampa ma soprattutto è quello che si augura Iachini, il cui contratto scade nel 2016 e intende onorarlo per togliersi altre soddisfazioni su questa panchina e in questa città. Inoltre lo stesso presidente sembra aver rimandato al mittente una richiesta fatta dalla Samp per portare a Genova il mister. Insomma tutti indizi che ci portano ad una conclusione, probabilmente la più giusta.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *