Enrico Cunego
No Comments

Playoff Nba: senza Wall i Wizards non passano, Atlanta fa 1-1 nella serie

Approfittando dell'assenza di John Wall Atlanta pareggia i conti nella serie con un 106-90 frutto dei punti e delle giocate di Carroll e Millsap. Ai Wizards non basta Beal

Playoff Nba: senza Wall i Wizards non passano, Atlanta fa 1-1 nella serie
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Playoff Nba: senza Wall i Wizards non passano, Atlanta fa 1-1 nella serie

Senza Wall e con un Pierce non all’altezza i Wizards non hanno retto il confronto con Atlanta

Quando le assenze contano. Senza il suo playmaker di riferimento, John Wall, i Washington Wizards faticano enormemente e finisco per perdere gara 2, impattando 1-1 la serie che ora si sposterà da Atlanta verso la capitale a stelle e strisce. Hawks padroni del match fin dal primo quarto di questo incontro e capaci di concluderlo con un netto 106-90 nonostante il ritorno degli avversari nella parte centrale del match. Altra gran prova di Carroll, autore di 22 punti, 4 assist e 6 rimbalzi, aiutato dai 18 punti a testa di Horford e Millsap. Dall’altra parte non bastano i 20 di Beal e nonostante una buona gara i Wizards pagano una scarsa precisione al tiro

AVVIO HAWKS – I “falchi” partono subito molto bene con un Millsap subito pericoloso sotto canestro e rivelatosi il problema maggiore per la difesa di Washington, più volte in difficoltà nel tentativo di fermarlo. Washington che rimane nel match grazie anche alle giocate del sostituto di Wall, Ramon Sessions, autore di un’ottima partita da 21 punti con un 8/14 al tiro. Hawks avanti di 8 punti alla fine del primo quarto, mentre il secondo vede un ulteriore crescita dei Wizards, trascinati ancora una volta da un solido Bradley Beal, che concluderà la gara con 20 punti e 7 assist, dimostrandosi ancora una volta un fattore importante in questi play-off. Allo scadere del secondo quarto si torna negli spogliatoi con gli Hawks avanti 53-46.

AGGANCIO E CROLLO – La ripresa delle ostilità vede i Wizards estremamente efficaci al tiro da 3, con gli Hawks che faticano ad imporre il proprio gioco finendo per subire le sfuriate avversarie, che si concretizzano a 2’22” dalla fine, quando una tripla di Otto Porter impatta la gara sul 71-71. Ma gli Hawks trovano la forza di reagire e concludono il quarto sull’80-75. Nell’ultimo quarto poi, i Wizards subiscono un netto calo ed Atlanta ne approfitta per chiudere le ostilità: decisivi i punti di Horford e le giocate di Millsap, probabilmente l’MVP di quest’incontro. La tripla di Kyle Korver a 3′ dalla fine dell’incontro chiude ogni discorso. Appuntamento a sabato prossimo dove a Washington si svolgerà gara 3.

Hawks: Carroll 22 punti, Millsap e Horford 18, Korver 12 Assist: Teague 8 Rimbalzi: Millsap 11

Wizards: Sessions 21 punti, Beal 20, Porter e Pierce 15 Assist: Beal 7 Rimbalzi: Gortat 9

PAGELLE

Millsap 7,5 – sicuramente l’ago della bilancia che fa pendere la disputa in favore degli Hawks. L’ala di Atlanta è autore di una gara da 18 punti, 5 assist, 11 rimbalzi e 4 palle rubate in 38′, dati che rappresentano una gara da leader assoluto e da pericolo numero 1 per la retroguardia dei Wizards

Horford 7 – 18 punti e 6 assist per il dominicano, molto pericoloso sotto canestro e protagonista di un ultimo quarto che decide il match in favore dei padroni di casa. Prestazione molto solida per il centro dei falchi, che ora deve dare maggiore continuità al suo rendimento

Carroll 7 – probabilmente il giocatore migliore e più continuo di Atlanta in questi play-off. Anche oggi il numero 5 è il miglior realizzatore di giornata con 22 punti, 4 assist e 6 rimbalzi. Ennesima gara altamente positiva per un giocatore in crescita continua

Sessions 7 – molto bene anche il sostituto di Wall, tra i più positivi con 21 punti realizzati di cui 10 nel terzo periodo, quando i Wizards arrivano a pareggiare i conti a 2′ dalla fine. JW è sicuramente di un’altra categoria, ma lui non lo fa rimpiangere

Gortat 5 – Serata negativa per il polacco, che nonostante i 9 rimbalzi in difesa soffre molto le giocate di Millsap e finisce per concludere la gara a 4’26” a causa dei troppi falli commessi. Particolarmente nervoso, il centro dei Wizards dovrà riscattarsi nelle prossime gare.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *