Redazione
No Comments

Genova a quattro giornate dall’Europa

Sampdoria e Genoa porteranno la città in Europa?

Genova a quattro giornate dall’Europa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Stagione da incorniciare per le due squadre del capoluogo ligure, autentiche rivelazioni del campionato le due genovesi combatteranno fino alla fine per provare a centrare la qualificazione all’Europa League.

Perotti - Eder i leader delle due squadre

Perotti – Eder i leader delle due squadre

SAMPDORIA – La squadra di Mihajlovic era partita in sordina e faceva parlare di se più per il neo patron Ferrero che per i colpi del mercato estivo, giornata dopo giornata invece, l’allentatore serbo ha plasmato la squadra a sua immagine e somiglianza. I giocatori in campo dimostravano di potersela giocare con tutti, atteggiamento aggressivo e battagliero, ma senza mai perdere la lucidità e la solidità tattica, a brillare erano soprattutto i tre attccanti Okaka, Eder e Gabbiadini. A gennaio con la partenza di quest’ultimo i tifosi inizilmente erano un po’ scettici, ma la scoppiettante campagna acquisti del nuovo presidente romano, con i colpi di Muriel e Eto’o, ha subito riportato entusiamo e calore al Ferraris. Il mister serbo è riuscito ad amalgare bene i nuovi arrivi in poco tempo e la formazione blucerchiata ha dimostrato di meritare la zona di classifica che attualmente occupa, e adesso a quattro giornate dalla fine i suppoter sognano di riuscire a mantenere la posizione che li permetterebbe, l’anno prossimo, di giocare l’Europa League.

GENOA – La formazione di mister Gasperini aveva iniziato la stagione con tanti dubbi e poche certezze, tanti volti nuovi con giocatori che si affaccivano per la prima volta in Serie A. La squadra del tecnico di Grugliasco non era partita con il piede giusto, nelle prime giornate non esprimeva un bel calcio, ma la svolta avvenne dopo il derby d’andata, i rossoblu furono sconfitti giocando bene, l’allenatore si lasciò andare in conferenza stampa e criticò i giornalisti e i media, rei di aver gettato troppe critiche alla squadra. I grifoni iniziarono a vincere mostrando un gioco spettacolare, con Rincon, Perotti, Falque e Matri autentici trascinatori. A gennaio il mercato, con il solito via vai del presidente Preziosi, che portò a tre cessioni importanti Sturaro, Antonelli e lo stesso Matri, sostituiti dal ritorno di Borriello e gli arrivi di Niang e Bergdich. La formazione rossoblu ha continuato il lavoro svolto nella prima parte del campionato e ora, a poche gare dalla fine, si trova solamente ad un punto dalla zona Europa League, la legge imposta del mister è provarci, i giocarori ci credono e i tifosi sognano.

Le due squadre daranno battaglia fino alla fine e cercheranno di ottenere il massimo da questo finale di stagione e Genova si prepara ad approdare in Europa.

Luca Minetti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *