Enrico Cunego
No Comments

Pagelle Hellas Verona-Udinese: è sempre Di Natale

Il gol numero 206 in serie A del bomber napoletano regala il successo e l'aritmetica salvezza all'Udinese. Hellas nervoso: espulsi Sala e Marquez

Pagelle Hellas Verona-Udinese: è sempre Di Natale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Giornata nera per l'Hellas e per Mandorlini

Giornata nera per l’Hellas e per Mandorlini

L’Udinese ottiene l’aritmetica certezza della salvezza grazie al gol numero 206 in serie A di Totò di Natale, ora sesto miglior marcatore di tutti i tempi della massima serie e freschissimo di sorpasso ai danni di Roberto Baggio. Udinese che sale così a 41 punti, un punto in più rispetto ai rivali odierni dell’Hellas Verona, incapaci di dominare l’avversario in quel del “Bentegodi”. Nonostante l’unica rete del match, arrivata al 62′, non sono mancate le emozioni, con occasioni ghiotte da ambo le parti. Ora l’Hellas è atteso dall’importante derby di domenica prossima contro il Chievo, mentre l’Udinese ospiterà al “Friuli” la Sampdoria.

PRIMO TEMPO – Hellas che schiera dal primo minuto il tridente d’attacco Lopez-Toni-Jankovic, mentre Stramaccioni risponde schierando come unica punta Thereau alle spalle del duo greco-croato Kone-Perica. Partono forte i friulani, con Kone che imbecca alla perfezione in mezzo all’area Thereau, che di testa insacca il pallone dello 0-1. Peccato però che il francese sia in fuorigioco e quindi la rete viene vanificata. Il Verona reagisce pochi minuti dopo con Tachsidis, che col destro spara una botta dai 20 metri che fa tremare la traversa di Karnezis, mentre al 25′ il tiro a giro di Greco sfiora il palo alla destra del portiere greco. Udinese che comunque reagisce bene e crea occasioni pericolose con Perica e Kone, i cui colpi di tesat vanno di poco fuori. Nel finale Nico Lopez illude il Bentegodi con un tiro che colpisce solamente l’esterno della rete

SECONDO TEMPO – Più compassato l’inizio di ripresa anche se subito Thereau si fa parare un tiro da Benussi, con la partita che scorre senza sussulti sino al 61′, quando si verifica l’episodio che cambia il volto dell’incontro: Thereau avanza verso l’area di rigore, ma un tackle deciso di Jacopo Sala costringe a subire il fallo. Sarebbe un’entrata da cartellino giallo, ma Cervellera stupisce tutti espellendo tra le proteste Sala. Stramaccioni capisce subito che è il momento di affondare il campo e così manda in campo Di Natale al posto di Perica. Il fuoriclasse napoletano ci mette solo 3′ per entrare nel vivo dell’incontro: al 62′ Widmer si invola sulla fascia destra arrivando sul fondo e facendo partire un cross che trova proprio Totò, che di tacco manda elegantemente in rete il suggerimento dello svizzero. Gol numero 206 nella massima serie, Roberto Baggio superato ed un’altra pagina di storia scritta dal giocatore probabilmente più importante della storia bianco-nera. L’Hellas accusa il colpo e Cyril Thereau coglie il palo a metà della ripresa con un gran tiro da fuori area. L’Hellas nel finale riesce a reagire ed all’85’ una gran punizione di Marquez è deviata provvidenzialmente in angolo da un attento Karnezis. Due minuti dopo ci prova sotto porta Toni ma Piris allontana nei pressi della linea di porta, decretando così il successo dell’Udinese. Nei minuti di recupero Rafa Marquez viene ammonito per gioco pericoloso su Aguirre, le veementi proteste del messicano inducono Cervellara a tirare fuori dal taschino il secondo giallo nel giro di pochi secondi. Finisce così 9 contro 11

IL TABELLINO

Verona (4-3-3): Benussi 6; Sala 5, Marquez 5, Moras 5,5, Pisano 6; Obbadi 6 (77’ Saviola SV), Tachtsidis 6,5, Greco 6; Jankovic 5 (87’ Fernandinho SV), Toni 6, Lopez 5,5 (63’ Agostini 6). All. Mandorlini 6

Udinese (4-3-1-2): Karnezis 6,5; Widmer 6,5, Danilo 6, Bubnjic 6,5, Piris; Allan 6, Guilherme 5,5, Pinzi 6; Kone 5,5 (70’ Bruno Fernandes 6); Perica 5 (59’ Di Natale 7,5), Thereau 7 (88’ Aguirre SV). All. Stramaccioni 6,5

Arbitro: Angelo Cervellera di Taranto

Gol: 62’ Di Natale

Note: ammoniti Perica (U), Greco (V), Allan (U), Lopez (V), Marquez (V); espulsi al 60’ Sala (V) e al 93′ Marquez (V)

TOP

Di Natale 7,5 – la copertina di giornata se la prende Totò, che entra a freddo, segna 3 minuti dopo con un delizioso colpo di tacco e supera nella classifica marcatori “all time” Roberto Baggio, raggiungendo così 206 reti in serie A. Che dire, il prossimo anno ad Udine sarà difficile immaginarsi una squadra priva delle sue straordinarie giocate

Thereau 7 – ottima l’annata del francese, che anche oggi nel suo ex stadio si rende estremamente pericoloso. Un tiro parato da Benussi, un palo colpito e tanto aiuto verso i propri compagni. Un punto fisso ormai per Stramaccioni, per il quale è diventato titolare inamovibile

Widmer 6,5 – molto bene anche lo svizzero, che confeziona un grande assist per Di Natale e che gioca una partita intraprendente in avanti ed accorta in difesa. Ennesimo pezzo pregiato targato Udinese, resistere alle sirene estive sarà dura

FLOP

Sala 5 – giornata storta per il centrocampista ex Chelsea ed Amburgo, colpevole di svariati errori in mezzo al campo che denotano scarsa concentrazione e precisione nei passaggi. Il rosso arrivato nel secondo tempo, seppur ingiusto, è la “ciliegina sulla torta” di una prestazione decisamente negativa

Marquez 5 – secondo cartellino rosso in stagione per il messicano, i cui nervi lo tradiscono nei minuti di recupero con un evitabile doppio giallo. Per il resto si fa trovare impreparato sul gol di Di Natale, il quale è assolutamente libero di colpire col tacco la sfera in mezzo all’area di rigore

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *